Enter your keyword

venerdì 4 marzo 2016

Recensione "La perfida madrina" di M. C. Beaton - Astoria Edizioni

SINOSSI

Harriet, venticinque anni, orfana, povera e nubile, viene lasciata - in modo un po' inopportuno - custode di due gemelle diciottenni dal padre di queste. Deve accompagnarle fino ai loro ventun anni, possibilmente facendole sposare. È così che Harriet affitta il 67 Clarges Street, tentando di trovare loro un marito. Ben presto inizia la routine della Stagione e la speciale servirà, che i lettori della serie ben conoscono, si prodiga per aiutare Harriet nel suo non facile compito: le gemelle, in effetti, sono odiose e detestano la loro madrina. Quando poi si accorgono che i partiti più affascinanti sembrano essere già interessati a lei che a loro...
Una commedia estremamente inglese dai toni arguti e pungenti, che con il riso nasconde molte verità altrimenti brusche.




AUTORE: M. C. Beaton
TITOLO ORIGINALE: The wicked godmother
TRADUZIONE A CURA DI: Simona Garavelli
EDITORE: Astoria Edizioni
DATA DI PUBBLICAZIONE: 25 marzo 2015
PAGINE: 208

TRAMA: 3 || PERSONAGGI: 4 || STILE: 4 || COPERTINA: 4



Quando ho bisogno di certezze nella lettura, mi rifugio tra le pagine dei romanzi di M. C. Beaton. Nello specifico, mi rintano tra le mura del 67 Clarges Street, a Londra.
Dove, come sempre, ritrovo quella sconclusionata schiera di domestici che, ad ogni Stagione, si premura di aiutare gli occupanti della casa.

Questa volta sarà il turno di Mrs Harriet Metcalf, una dolce venticinquenne che si ritroverà, suo malgrado a fungere da madrina a due gemelle, viziate e noiose, che le sono state affidate, in punto di morte, dal padre.
Harriet dovrà così cedere all'idea di trasferirsi a Londra per la Stagione e far debuttare le due figliocce, assurgendo al suo ruolo di chaperon.
Peccato che l'unica che attiri davvero l'attenzione dei cavalieri, sia proprio la nostra Harriet che, nonostante l'assenza di una dote, è pur sempre una fanciulla dal carattere amabile e di grande bellezza.
Questo, come ovvio, creerà astio tra lei e le due gemelle, che faranno in modo di mettere in giro pettegolezzi sulla loro madrina.

È il terzo libro di questa serie ambientato nella dimora di Clarges Street. Ormai lo stile dell'autrice mi è familiare e, quando leggo i suoi romanzi, ho la sensazione di tornare a casa.
M. C. Beaton narra le storie dei suoi protagonisti con semplicità e scorrevolezza.
L'esiguo numero di pagine, inoltre, aiuta sempre il lettore a non stancarsi delle storie, che si leggono in poco tempo e con grande divertimento.

I personaggi, inoltre, sono sempre ben descritti e rimangono vividi nella mente di chi legge.
Arrivare alla fine di ogni storia lascia sempre un pizzico di nostalgia che, per fortuna, è mitigata dalla consapevolezza di un nuovo capitolo di questa serie che mi attende già in libreria!


13 commenti:

  1. Hai espresso perfettamente il mio pensiero su questa serie Laura! La servitù di 67 Clarges Street coccola anche il lettore secondo me!

    RispondiElimina
  2. Bello, macché di più, bellissimo!! Ne ho sentito tanto parlare del 67 Clarges Street ma non ho ancora avuto il piacere, tanto per restare in tema di dame, cavalieri, doti, servitù e quant'altro. Questi luoghi sono quelli a cui appartengo, reminiscenze di una vita precedente? Probabile! Mi dicono sempre tutti che sono nata nell'epoca sbagliata ma c'è di fatto che romanzi come questo mi elettrizzano ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come, Maestà? Proprio lei non ha mai visitato questa bella dimora? Credo sia tempo di rimediare!

      Elimina
  3. Il primo non m'ispirava e l'ho saltato, il secondo l'ho trovato davvero deludente questo qui l'ho letto qualche settimana fa e, a differenza degli altri, mi è piaciuto. Adesso ho il dubbio se recuperare anche gli altri oppure no

    RispondiElimina
  4. Ecco che si allunga ancora la mia lista !!!! In biblioteca ho Jane la bruttina e ora...ordino anche questo!!
    Tentatrice!
    Lea

    RispondiElimina
  5. Un genere che mi appartiene parecchio, ma devo ammettere che non conoscevo questa serie.. cercherò di recuperare i libri già usciti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho scoperta per caso, ma ne sono letteralmente innamorata!

      Elimina
  6. La perfida madrina è l'unico che ho letto della serie 67 Clarges Street, ma non vedo l'ora di recuperare anche gli altri perché M.C. Beaton mi piace moltissimo.

    RispondiElimina
  7. Molto carino, come anche il precedente!

    RispondiElimina