image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Recensione IN ANTEPRIMA 'La fidanzata' di Michelle Frances - Nord

Laura sa di essere una madre iperprotettiva e – in fondo – gelosa di suo figlio Daniel, un brillante neolaureato dal futuro luminoso. Così, quando Daniel le presenta la sua nuova fidanzata, Cherry, lei si impone di essere gentile e addirittura invita la ragazza per qualche giorno di vacanza nella villa di famiglia a Saint Tropez. Ma tutti i suoi buoni propositi vanno in frantumi quando scopre che Cherry si fa riempire di regali e, soprattutto, ha mentito a Daniel riguardo al suo passato e al suo lavoro. E poi c’è sempre quella sgradevolissima sensazione che Cherry nasconda un lato oscuro e che stia tramando per metterla in cattiva luce col figlio. No, Laura non può rimanere a guardare mentre una spregiudicata arrampicatrice sociale cerca di rubarle Daniel. Deve agire. Ma sta per commettere un errore imperdonabile…
Cherry odia la sua vita. E adesso, finalmente, ha la possibilità di riscattare tutte le umiliazioni subite in passato grazie all’amore di Daniel. Un ragazzo ricco, bello, generoso. Peccato che tra lei e la felicità ci sia ancora un ultimo ostacolo: l’invadente, onnipresente Laura. Cherry è convinta che, dietro un’apparenza di sorrisi e buone maniere, Laura la disprezzi e sia disposta a tutto pur di tenerla lontana da Daniel. E allora l’unica soluzione è screditarla, farla apparire come una madre paranoica e pericolosa agli occhi del suo stesso figlio. Sì, sarà proprio Daniel l’alleato più prezioso per rendere l’esistenza di Laura un inferno. E per conquistarsi così la vita da favola che lei ha sempre sognato…


Titolo: La fidanzata
Autore: Michelle Frances
Editore: Nord
Data di pubblicazione: 6 luglio 2017
Pagine: 440

Trama: 5  Personaggi: 5  Stile: 5 



Era da un po' di tempo che la Nord mi lasciava sempre un retrogusto amaro quando leggevo uno dei libri pubblicati da loro. In particolare, per quanto riguarda il settore thriller, gli ultimi erano stati proprio una delusione cocente. Quindi, quando ho deciso di leggere questo romanzo, nonostante fossi stata attirata dalla sinossi, avevo anche un po' di timore.

È quindi con grande piacere che, quando ne ho iniziato la lettura, mi sono resa conto di essere davanti a qualcosa di completamente diverso. Non il thriller mozzafiato che magari tutti si aspettano, ma una storia che tiene sempre alto il filo della tensione, che, una volta iniziata, si fa davvero fatica a smettere di leggere, tanto che mi sono ritrovata a divorare le oltre 400 pagine in poco più di un giorno!

La storia gira intorno a Laura, donna benestante, in carriera, con un matrimonio che si trascina stancamente e, soprattutto, madre dell'adorato Daniel, bello, intelligente, simpatico, tirocinante in cardiochirurgia... insomma, il sogno di ogni mamma!
La seconda figura femminile di questo romanzo è Cherry, una giovane ragazza, bella e intelligente che cerca di migliorare la sua posizione sociale. Cherry, infatti, proviene da un quartiere povero di Londra, sua madre lavora in un supermercato e lei, sin da piccola, ha sognato di fuggire via dalla piccola e squallida casa in cui è vissuta.
L'arrivo di Daniel nella sua vita pare essere proprio l'occasione giusta: lui si innamora immediatamente di lei, la porta a conoscere la sua famiglia, la riempie di attenzioni e di regali. 
Cherry, finalmente, pare aver trovato il modo per cambiare vita! Peccato che ad ostacolare i suoi progetti ci sia Laura che, nonostante i buoni propositi nei confronti della ragazza, ci mette poco a capire che non è esattamente la santarellina che vuol far credere.

Sono tanti gli accadimenti che ci vengono raccontati in questo libro ed è proprio questo uno dei motivi che me lo ha fatto più apprezzare: non si tratta del solito libro in cui la storia scorre su binari collaudati per poi arrivare all'ovvio finale. Accadranno tante cose nella vita delle due donne, che le porteranno comunque a scontrarsi sempre e senza sosta.

La Frances ha inoltre avuto la grande capacità di non rendere perfetto nessuno dei due personaggi: a modo loro, sia Laura che Cherry risultano antipatiche al punto giusto, in una sorta di alternanza in cui quando pare che una sia la vittima, ecco che l'autrice ribalta tutto, facendola diventare carnefice.
Né Laura né Cherry sono immuni da errori e cattiverie nei confronti l'una dell'altra e si fa spesso fatica a parteggiare per l'una o per l'altra.

Il finale, che forse potrebbe apparire un po' scontato, è invece costruito bene, non togliendo nulla alla solidità del romanzo.
Un libro adatto per questo periodo di vacanze, di spiagge e di ombrelloni. Una lettura in grado di tenere compagnia nelle ore di riposo, senza stancare eccessivamente e lasciando comunque soddisfatti quando si arriva all'ultima pagina!


Share this:

CONVERSATION

14 pensieri dei lettori:

  1. Avrei voluto qualcosa di più dal finale, l'elemento che mi facesse dire "No, non è sempre la stessa storia". Non l'ho trovato purtroppo, ma il resto mi ha divertito e appassionato, come sai. Due protagoniste riuscitissime e molto umane, un'autrice che non scimmiotta le varie Ragazze del treno. Ben vengano, i thriller così. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già il fatto che, di questi tempi, non scimmiotti le varie "ragazze di..." è tutta grazia!

      Elimina
  2. La mia domanda forse è banale ma non capisco è un thriller o no? Perchè dalla recensione mi da l'impressione di una lotta fra due donne ma niente altro, cioè non hai fatto cenno a un vero mistero ma solo a queste due donne in eterna battaglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un thriller se vuoi una storia che ti tenga col patema d'anima. Se chiedi ad Amazon te lo dà come thriller... e chi ha il coraggio di contraddire Amazon?

      Elimina
    2. Thriller è un parolone! Come dici tu due donne che si azzuffano e nient'altro, finale banale e scontato!

      Elimina
    3. Ciao Marta! Che non sia un thriller di quelli da patema d'animo, siamo d'accordo. Ma forse non hai letto la mia recensione, perché io l'ho trovato comunque un libro molto bello nel suo genere. Nulla di banale e scontato, per quanto mi riguarda!

      Elimina
  3. Sono stupita, in senso positivo, dalla tua recensione, perché onestamente, leggendo la trama, non ero rimasta per nulla colpita da questo nuova pubblicazione, anzi, mi aveva ricordato la trama di un paio di quei film gialli decisamente mediocri che passavano sempre in tv d'estate qualche anno fa.

    RispondiElimina
  4. Ciao Laura, questo libro mi ha intrigato da subito e credo che lo inserirò tra le mio letture estive. Anche a me, però, da l'idea di una guerra tra donne ma non di un vero e proprio thriller.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure ti assicuro che riesce a legarti e non mollarti sino alla fine. Aspetto di sapere cosa ne pensi :)

      Elimina
  5. Che ti devo dire? Mi avevi già convinta tramite i nostri messaggini e ora mi sembra più che opportuno prendere nota :)

    RispondiElimina
  6. Non capisco lo svolgersi del temporale non mi quadrano le date del finale e del prologo. Forse non ho capito niente ... La primissima parte, il prologo inizia con MARZO..."Cherry sta tornando" Ma come??? Me lo potete spiegare perché mi ci son persa... Grazie Alessandra

    RispondiElimina
  7. Ci sono arrivata, scusate sono un po' tarda! Alessandra.

    RispondiElimina