Lettura a quattrocchi Speciale Natale 'Fuga dal Natale' di John Grisham - Mondadori

by - 12/23/2016 08:00:00 AM

Solo l'anno prima la famiglia Krank aveva speso 6100 dollari per preparare il Natale. Quest'anno papà e mamma Krank si trovano all'aeroporto per salutare, pochi giorni prima di Natale, la figlia Blair in partenza per una missione umanitaria in Perú. Un pensiero un po' folle si insinua in loro: che senso ha trascorrere il Natale senza Blair?! E se lo saltassero? E se utilizzassero quei 6100 dollari per la crociera ai Caraibi che da anni si sono sempre negati? Basta non andare dal rosticciere (che sollievo evitare la ressa), non invitare nessuno al party (troveranno certo dove andare quegli scrocconi), non montare nessun Frosty sul tetto (operazione, per altro, pericolosa per un uomo di cinquantaquattro anni). Il grande piano è deciso e messo in atto, prima in modo titubante, poi spavaldo. Ma il Natale, con la sua straordinaria potenza consumistica, con la sua ingombrante presenza moralistica, sta per prendersi la più esilarante e sferzante rivincita sui poveri Krank.
Una favola classica dei tempi moderni, un'ironica provocazione che regala momenti di puro divertimento e che ci fa scoprire John Grisham geniale scrittore della commedia umoristica e disincantato osservatore di una tradizione di cui ormai non possiamo fare a meno.

Titolo: Fuga dal Natale
Autore: John Grisham
Titolo originale: Skipping Christmas
Traduzione a cura di: Tullio Dobner
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 29 novembre 2002
Pagine: 153


*in verde i commenti di Laura*

Questo romanzo io lo lessi anni e anni fa (e anni, e anni, e anni... parliamo del Giurassico?), prima ancora che venisse trasformato in un film. Quando io e Laura abbiamo deciso di cercare qualcosa di natalizio per la Lettura a quattrocchi, questo libro ci è sembrato l'ideale!

Come detto di questo libro esiste anche la versione cinematografica e, se non vi è mai capitato di vedere il film, dovete assolutamente recuperare, perché è divertentissimo! (visto!!!)
E altrettanto divertente è il romanzo che, cosa rarissima, non è stato per nulla stravolto nella sua trasposizione! è identico... parola per parola, punti e virgole comprese

La storia è quella di una classica famiglia americana che, dopo anni di festeggiamenti, regali, pranzi e cene, addobbi e luci, decide, per la prima volta, di saltare il Natale. Orrore!!
In realtà, l'idea è di Luther, il capofamiglia che, fiscalista di professione, carte alla mano, si rende conto dell'esorbitante cifra che ogni anno lui e sua moglie sperperano durante le feste natalizie.
Complice la partenza di Blair, la loro unica figlia, per il Perù, Luther decide di saltare il Natale e spendere i soldi per regalarsi una crociera nei mari caraibici! Mica in un bel posto, no, in crociera!!! Triplo orrore!!

Ma quanto può essere difficile abolire il Natale? Insomma, tutti diciamo di non amare particolarmente questo periodo (tutti chi???), lo stress che ne consegue, il dover sorridere a persone che durante il resto dell'anno evitiamo accuratamente (no, no, eliminate dalla vita, così pure il Natale è più lieto!), passare ore ed ore ai fornelli (gaaaaaaaaa), comprare regali per gente che non sopportiamo (no, non compro a quelli) e scartare regali che odiamo sin dal primo istante (odiare... parola grossa).
Natale è diventato più la sagra dell'ipocrisia che non quel tempo di calore familiare e tempo da trascorrere assieme con piacere. 

Io sono la prima che quest'anno, salvo piccole eccezioni, sta cercando di fare a meno di tutto l'armamentario natalizio (il prossimo anno se non fai l'albero vengo lì e ti addobbo il cane!!). E leggere questo libro adesso mi ha fatto pensare a quanto sia difficile mettere in pratica il piano di Luther: siamo circondati da gente che quasi ci impone i festeggiamenti, gli addobbi, i pranzi e i regali! (stai parlando di meeeeeeeee????? Vedrai che comunque un albero lo avrai, anzi due...)

Il libro in sé è uno di quelli che tutti dovrebbero leggere! Perché è divertente, ironico al punto giusto e con tanti spunti più profondi che fanno riflettere!
E poi, a questo punto non siete curiosi di scoprire se Luther riuscirà o meno a saltare il suo Natale?

E adesso non vi resta che scoprire se Laura è pro o contro Natale!



You May Also Like

7 pensieri dei lettori

  1. Molto carino! Rivedo spesso anche il film. :)

    RispondiElimina
  2. Io sogno da una vita una crociera sui fiordi norvegesi...ma con il budget che io spendo per Natale non arrivo manco al porto!
    Buon Natale!

    RispondiElimina
  3. Credo di aver visto il film, per il libro ci posso pensare. Può anche essere un'idea regalo.
    Lea
    P.S. Laura che ti addobba il cane...ecco parliamone!

    RispondiElimina
  4. ihihih voglio leggere il libro e guardare il film!

    RispondiElimina
  5. anche io ho letto questo libro nel giurassico... ma il film lo rivedo ogni santissimo anno: è tra i miei preferiti dei film natalizi :)

    RispondiElimina