Top five #7

by - 11/12/2014 03:43:00 PM

Top five: in the world of Books è la rubrica creata da Stefania, La ragazza che annusava i libri.
Ogni settimana, Stefania ci propone una classifica inerente ai libri e al mondo che circonda questa nostra grande passione.

Questa settimana

5 motivi per leggere (anche) in e-book

1237Leggere ovunque, anche al buio
Quando io ero bambina, capitava spesso che, d'inverno, durante i temporali, saltasse la corrente. Succede ancora, eh, però con meno frequenza. Sapete cosa ricordi di quei momenti? Mia nonna che mi intimava di non muovermi e poi accendeva qualche candela. E io che, immediatamente, riprendevo in mano il mio libro e continuavo la lettura a lume di fiamma. Per quanto romantica possa apparire quest'immagine, vi assicuro che non è semplice leggere a lume di candela: innanzitutto, la luce di una candela è circoscritta, quindi io ero costretta ad avvicinarmi il più possibile e... il rischio di andare in fiamme era sempre molto altro! E poi, non si potevano mica sprecare le candele per far leggere me, quindi, se non si trattavi di libri riguardanti la scuola, state sicuri che mia nonna non ci pensava neanche a farmi leggere!
Se avessi avuto un e-reader già allora, questo problema lo avrei risolto in fretta! Luce integrata e leggi anche col buio più pesto! Una delle cose che mi piace di più del mio Kobo è vedere la stanza totalmente buia attorno a me e la pagina che sto leggendo come unico punto luce!

1237Risparmio
Una mia amica mi ha detto: "Venti euro per un libro non sono tanti". Innanzitutto, dipende dalla situazione economica che hai. Io trovo che venti euro per un libro siano tanti. E sono tanti soprattutto per chi, come me, legge un centinaio di libri l'anno e, soprattutto, ne compra altrettanti (se non di più!). Quindi, costa ammetterlo, l'economia ne risente parecchio e acquistare in e-book comporta un notevole risparmio!

1237Peso
Sino ad un paio di anni fa, cioè sino a prima di acquistare il Kobo, il mal di schiena era la mia croce! Il peso della mia borsa era direttamente proporzionale al libro che stavo leggendo. E se, malauguratamente, mi capitava di trascorrere una giornata fuori casa e avere un libro quasi al termine, ovviamente, ne portavo dietro due. Con il Kobo, la mia schiena è tornata come nuova!

1237Reperibilità immediata
Se vivete in una grande città, reperire un libro è molto facile! Se, invece, come capita sempre a me, vivete in posti piccoli, dove magari c'è solo una libreria ed è anche mal fornita, avete solo due alternative: mettervi in macchina e raggiungere il centro più grande che avete a portata di mano (quando vivevo in Sicilia avrei dovuto percorrere circa 80 km ogni volta!) oppure, se avete un e-reader, vi basterà collegarvi ad internet (anche con lo stesso dispositivo) ed avrete immediatamente a disposizione tutti i libri che vorrete acquistare!

1237Spazio
Purtroppo, le case di oggi sono sempre più piccole. Io mi ritengo moooooooolto fortunata ad aver avuto l'opportunità di riuscire a creare una stanza, anche se piccina, dove poter domiciliare solo i miei libri. Ma non sempre è così e, anche in questo caso, l'avvento dell'e-reader aiuta non poco. Credo che se dovessi acquistare in edizione cartaceo tutti i libri che ho, ad oggi, dentro il mio Kobo, dovrei cacciare di casa mio marito e soppiantarlo con i libri!

Anch'io, come ha fatto Stefania, tengo a precisare che il libro cartaceo non potrà mai prendere il posto del digitale: le sensazioni che trasmette la carta al tatto, all'olfatto, alla vista, non hanno paragoni! Ma trovo che la convivenza tra i due sistemi non faccia male a nessuno!

You May Also Like

0 pensieri dei lettori