Una pagina da #19-2014

by - 10/01/2014 03:40:00 PM

Cosa leggo oggi? Scopritelo attraverso la rubrica del mercoledì, in cui vi riporto una pagina del libro che sto leggendo in questo momento.

foto (2)

TREDICESIMA SEDUTA

Vorrei poter dire che va meglio. Soprattutto perché mi piace tanto come sorridi quando ti dico che qualcosa ha funzionato o che un tuo suggerimento mi ha aiutata. Di solito parlare con te mi è di grande aiuto. Ma di recente gli eventi si sono susseguiti con una furia tale che non avevo il tempo di affrontarne uno che già il successivo mi piombava tra capo e collo.
Faccio ogni giorno ricerche online su Danielle per vedere se escono nuovi articoli. La famiglia ha creato un sito in sua memoria e non posso smettere di guardare le sue foto e di leggere dei piccoli fatti della sua vita. Quest'estate doveva fare da damigella alle nozze di una sua amica e aveva già il vestito pronto. Ho pianto immaginando l'abito appeso in qualche armadio. Mi hai chiesto se per caso questa mia ossessione per le vittime non abbia a che fare con la mia peggior paura, quella di perdere mia figlia, ma io non credo che si tratti di questo. Non so perché mi identifico tanto nel dolore di Danielle, perché mi fisso su immagini struggenti, una più penosa dell'altra. Non so perché sono così ansiosa di saperne di più sulla sua vita.
Mi hai insegnato anni fa che non possiamo scegliere i nostri sentimenti in relazione a quello che ci succede; possiamo scegliere solo come gestirli. Ma ci sono casi in cui le opzioni a tua disposizione sono così orribili che non ti sembra affatto di avere scelta.
Sabato mattina ero al supermercato con Ally, quando finalmente mi ha squillato il cellulare. Non ho riconosciuto il numero, ma il prefisso era quello della Columbia Britannica.

You May Also Like

0 pensieri dei lettori