image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Instagram @lalibridinosa

Recensione 'Le vite impossibili di Greta Wells' di Andrew Sean Greer - Bompiani

SINOSSI
1985. Dopo la morte del suo amato fratello gemello Felix, e la fine della lunga relazione con il compagno Nathan, Greta Wells decide di iniziare un trattamento psichiatrico. Ma la cura ha effetti collaterali inattesi, e Greta si ritrova trasportata nelle vite che avrebbe potuto vivere se fosse nata in epoche diverse. Nel 1918, in cui Greta è un'adultera bohémienne; e nel  1941, dove Greta si scopre invece madre e moglie devota. Anche se lontane nel tempo e diverse tra loro, le tre vite di Greta Wells hanno innegabili affinità: sono tutte segnate da tensioni famigliari e scelte difficili, da perdite e doni del destino, e in ciascuna vita c'è un prezzo da pagare per riuscire a spuntarla. The Impossible Lives of Greta Wells
Così la Greta del 1985 scopre che le sue alias sono imprevedibili, uniche, come forse lo è anche lei. Perché questo viaggio nel tempo è un viaggio all'audace scoperta di sé stessa.
Mentre la cura volge al termine, e il tempo avrà svelato i suoi paradossi, Greta dovrà scegliere quale sé stessa voler essere, quale tempo e vita abitare.
TITOLO: Le vite impossibili di Greta Wells
TITOLO ORIGINALE: The impossibile lives of Greta Wells
AUTORE: Andrew Sean Greer
TRADUZIONE A CURA DI: Elena Dal Pra
EDITORE: Bompiani
DATA DI PUBBLICAZIONE: 20 novembre 2013
PAGINE: 292
PREZZO: 18.00 €
E-BOOK: 4.99 €


VOTI
Trama  7
Personaggi  6
Stile  7
Incipit  7
Finale  6
Copertina  7
Voto complessivo  6.7


Greta Wells è una trentenne negli anni '80, una ragazza normale, di origini irlandesi, il cui mondo crolla in pochi mesi: prima Felix, il suo gemello, muore di AIDS e, poco dopo, Nathan, il suo compagno, la lascia per un'altra donna.
Greta entra in depressione e, dietro consiglio della zia Ruth, decide di sottoporsi ad un ciclo di TERAPIA ELETTROCONVULSIVANTE (elettroshock).
Ciò che le accade, però, ha dell'inverosimile. Dopo ogni ciclo di terapia, Greta si risveglia in un'epoca diversa. Si troverà così, ad essere una Greta che vive nel 1918, col marito, sempre Nathan, medico durante la I° Guerra Mondiale e lei innamorata di un ragazzo più giovane.
E poi sarà Greta nel 1941, alle soglie dello scoppio della II° Guerra Mondiale, moglie e madre.
In tutto ciò, sempre la zia Ruth a farle da spalla e l'amato fratello, Felix, che, ovviamente, vive in maniera diversa la sua omosessualità: in un mondo è sposato e padre, in un altro è alle soglie del matrimonio.
Greta vivrà così tre vite diverse, passando dall'una all'altra e cercando di porre riparo agli errori commessi nell'una e nell'altra.
Godendo dell'amore di Nathan e della vicinanza del fratello perduto.
Arrivata alle soglie della fine delle sedute di terapia, Greta si chiederà
qual è il mondo perfetto se non quello in cui sei necessario?
Perché a quel punto Greta dovrà decidere in quale mondo rimanere e in qual far vivere le altre due Greta.
Devo essere sincera: il libro non è brutto, la storia è scritta bene ed è avvincente al punto giusto da trascinare il lettore sino all'ultima pagina. Probabilmente, dalla sinossi, ero io che mi aspettavo qualcosa di diverso; pensavo di rapportarmi con un romanzo più leggero, più divertente, con una Greta che si ritrovava catapultata da un'epoca all'altra e doveva affrontare cambiamenti e conseguenze dell'una e dell'altra.
Invece, l'autore ci propone una ragazza fragile, con tanti vuoti affettivi, che cerca di porre riparo agli errori del mondo che la circonda, alcune volte anche sconvolgendo le altre sue vite.
Ciò che delude, principalmente, è il finale convulsivo, con continui passaggi temporali, che costringe il lettore ad una grandissima attenzione se non, addirittura, a rileggere qualche pagine per capire bene cosa stia accadendo.
Detto questo, il mezzo punto in più che assegno al libro è dovuto, principalmente al colpo di scena che ci viene svelato quasi alla fine del romanzo, relativo alla morte di Felix.
Se partite dal presupposto di non avere a che fare con un romanzo che vi farà ridere, allora vi consiglio di leggerlo.
L'autore: Andrew Sean Greer è l'acclamato autore di La storia di un matrimonio e Le confessioni di Max Tivoli, insignito del California Book Award. Attualmente vive in California.
La mia valutazione:

Share this:

CONVERSATION

0 pensieri dei lettori:

Posta un commento