image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Instagram @lalibridinosa

Pagina 69 #3-2014

64102_508634949204915_1924591245_n

Un libro spacciato per la storia di Downton Abbey. Non lo è, ma è ugualmente molto carino!

Ai piani bassi

di

Margaret Powell

ai piani bassi

...l'argenteria, l'altro per sciacquare o per lavare i bicchieri. Il maggiordomo e la cameriera che serviva a tavola si occupavano dell'argenteria e dei bicchieri; i coltelli, invece, toccavano alla sguattera di cucina.
Sulla quarta parete c'era un'altra porta che dava su un lunghissimo corridoio: un locale enorme, tutto lastricato di pietre, che arrivava fino all'ingresso posteriore della casa. Appese al muro lungo il corridoio c'erano tante campanelle in fila, e per ognuna una targhetta corrispondente alla stanza in cui si trovava la persona che aveva suonato: ogni volta che sentivo suonare dovevo correre a tutta velocità e andare a vedere quale campanella era. Avevamo dei fischietti e un sistema di tubi portavoce che correvano nei muri. Stappavi il portavoce e fischiavi; se qualcuno rispondeva dai piani alti gli dicevi che i padroni avevano suonato. Ma se non correvi a tutta birra in corridoio la campanella smetteva di suonare prima che tu arrivassi,e a quel punto non potevi sapere se avevano chiamato dal salotto azzurro o da quello rosa, dalla prima, dalla seconda o dalla quinta camera da letto,d allo studio o dalla sala da pranzo. Perciò tornavi dalla cuoca e dicevi: – Non ho capito qual era –. Lei rispondeva: – Devi essere più svelta, altrimenti là sopra faranno il diavolo a quattro –. Ma come facevi?

Share this:

CONVERSATION

0 pensieri dei lettori:

Posta un commento