Pagina 69 #14

by - 10/18/2013 11:09:00 AM

64102_508634949204915_1924591245_n

Un altro thriller, per voi, questa settimana!

  

... urina di gatto? Susan bevve il suo tè e fissò la donna, aspettando una risposta.
<<Era una giovane coppia. I precedenti inquilini, intendo. Jack e Jessica, ma si faceva chiamare Jessie. Bei nomi, no? Li prendevo in giro, dicevo che li avrei visti bene scritti col neon su un' insegna: JACK & JESSIE! JESSIE & JACK! Avevano poco più di vent'anni, credo, e non erano sposati. 'Vivere nel peccato, lo chiamavamo ai miei tempi, ma questi non erano affari miei.>> Susan pensò alla foto dei due ragazzi, così dolci nella loro posa spontanea. Aveva lasciato sul tavolo della sua cucina la fotografia, a faccia in su. <<Jessica Spender, si chiamava. Il cognome di lui non l' ho mai saputo. Ha firmato lei il contratto e gli assegni per l' affitto erano sempre a nome suo... Ma neppure questi erano affari miei. E avevano un gatto, delizioso, poco più di un cucciolo. La chiamavano Catastrphe, era una femmina.>> Susan abbozzò un sorriso, sorseggiò il tè. Chiamare una gatta Catrastrophe: un gesto al contempo sarcastico e tenero, tipico dei giovani. <<Comunque, Jess e Jack non erano destinati a stare assieme, a quanto apre. A me sembravano molto innamorati, molto felici, ma suppongo che le apparenze ingannino, perché un giorno giorno Jack è sparito nel nulla. Una mattina, puf, come se niente fosse. Andato. E ho trovato la povera Jess a piangere come un vitello sulle scale d' ingresso. Cioè... era... Non riusciva a parlare. Una scena terribile.>>
<<Accidenti.>>
Andrea tirò un respiro pesante, tossì secca e scosse la tesa. <<Be', prima che tu provi troppa compassione...

La pagina 69 di questa settimana è tratta da

Una casa perfetta

di

Ben H. Winters

una casa perfetta

You May Also Like

0 pensieri dei lettori