Una pagina da ... #16

by - 8/28/2013 02:09:00 PM

Una pagina da… è la rubrica del mercoledì in cui vi riporto la pagina che sto leggendo.

Ieri pomeriggio ho iniziato a leggere un libro regalatomi da mio figlio quasi un anno fa ... e questa è l'ennesima conferma di quanti libri in attesa io abbia!

Il libri in questione è:

Il tempio della luce

di

Daniela Piazza

<<Noi abbiamo iniziato, qui a Milano, una grande impresa che non ha uguali. Quando dico noi, intendo naturalmente prima di tutto il vostro beneamato padre che ha dato il via a un'opera destinata a imperitura memoria. E non si tratta della conquista di un castello, o di una città, e nemmeno dell'intera penisola: i territori possono essere acquistati e di nuovo perduti nel tempo di una battaglia. Ma una cattedrale imponente come quella che si sta costruendo qui a Milano durerà nei secoli, quanto le piramidi, il Partenone, la basilica di Santa Sofia a Bisanzio! La nostra cattedrale inviterà per sempre il viandante a indirizzare il pensiero e le preghiere alla Vergine Maria, e tramanderà ai posteri il nome e la memoria della devozione e della generosità di chi l'ha voluta. Eppure questa straordinaria impresa langue. Sono più di tre lustri che Vostra Eccellenza non viene ad ammirare i progressi dei lavori che, seppur a rilento, proseguono. Tuttavia il grande edificio che, a più di mezzo secolo dalla sua fondazione, avrebbe dovuto essere ormai quasi completato, rimane ancora privo di una cupola, per non parlare della facciata e di tutte quelle torri, quei pinnacoli, quelle guglie che devono esprimere la vicinanza della popolazione milanese alla Madonna e a Dio...>>
<<Come vi infervorate, monsignore! Non avete certo bisogno di rammentarmi quanto a mio padre sia stato caro questo progetto. E la mia devozione per la Beata Vergine non è da meno. Voi ben sapete quanti sacrifici la mia famiglia abbia affrontato per proseguire nel finanziamento dell'impresa! Per sostenere un tale sforzo siamo ormai sul lastrico!>>
<<Ma il denaro delle casse della città è stato usato per combattere!>>
<<Senza quelle azioni armate la vostra cattedrale ora si chiamerebbe Notre-Dame o Sankta Maria o con chissà quale altro nome straniero. Abbiamo difeso dai nemici anche il nostro duomo, non lo dimenticate!>>
<<Certamente, mio signore. Tuttavia non vi abbiamo dedicato tutta l'energia e l'impegno che sarebbero stati necessari, perché pensieri meno significativi e importanti ci hanno distolto. Quando l'età e la salute rendono l'uomo incosciente e dimentico del suo stato mortale, egli tende a privilegiare gli interessi e i benefici della vita terrena; ciò è umano e comprensibile. Quando però si...

PAGINA 37

il tempio della luce

You May Also Like

0 pensieri dei lettori