image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Associazione a delinquere #21 - Tutto quello che le blogger non dicono


Eliza: siaaaaaaamo cosìììììììì!!! Dolcemente complicateeeeeeeee…..
La Libridinosa: ma la pianti? Ma che hai? Ti ho sempre detto di mettere giù il vino quando dobbiamo fare la chiacchiera!
E: dai cantiamo un pochino… No? Uff, noiosa! Sai visto il titolo pensavo che ci stesse bene una bella canzone.
LL: a te tutto ‘sto Sanremo ti ha fatto male, sallo! L’anno prossimo ti porto all’estero così non lo guardi
E: non ci vengo all’estero! 
LL: e sentiamo, perché?
E: sto bene a casuccia mia io…
LL: sempre socievole e aperta a nuove esperienze! Senti, se hai finito di cantare, io direi di spiegare al mondo che chiacchiera stiamo per fare, che stavolta è un po’ fuori dalle righe… stavolta…
E: perchè di solito noi stiamo in piena riga… in fronte. Sì dai spieghiamo. Tu mi hai scritto e mi hai chiesto se volevo fare post con te.
LL: e dove sta la novità? Cos’è che non facciamo assieme ormai?
E: doccia? Se Dio vuole… Vabbè, dicevo, mi hai chiesto di fare post insieme sui segreti delle Blogger. Bella idea eh??? Ora però mi è venuto un dubbio…
LL: la bava sulla tastiera è mia eh, che c’è Bova qui! Che dubbio ti è venuto, Ciambella?
E: Bova?? Va beh, non commento. Sì dubbio: non è che ci ritroviamo il mondo bloggeroso sotto casa??? Io paura, abito a piano terra e ho un cane che è una pulce che si vende per mezzo biscotto…
LL: vabbè, non è che io stia tanto più in alto eh. E Merlino è grosso, ma pirla! Comunque, io tanto amata non sono, quindi più che cercare di avvelenarmi non possono fare!
E: ok, dai, al massimo dò tutta la colpa a te. Iniziamo? Abbiamo buttato giù qualche punto, qualche segreto che noi blogger (o almeno noi…. ) abbiamo….
LL: è bello sapere che tu sarai sempre lì a difendermi e proteggermi, eh! Comuque sì, una sera, mentre guardavo la Juve, mi è venuta questa simpatica e gioviale idea: perché non svelare quei segreti che tutte abbiamo ma nessuna confessa? E ovviamente, siccome mi serve una paracu… ehm… una compare con cui fare queste cose, ho scelto te! Felice?
E: che culo….
LL: dai su, che altrimenti qua scriviamo libro. Spieghiamo e sveliamo quali sono i nostri segreti segretissimi!

1. Canguriamo le recensioni troppo lunghe
LL: Non è carino da dire, eh, ma è vero! Io quando mi trovo davanti a recensioni chilometriche zompetto che manco il lama tanto amato! Salto a piè pari tutta la parte che mi racconta la trama e leggo solo il pensiero del blogger che scrive. Oh, scusate, ma io già ho i libri da leggere, mica posso prendere ferie pure per le recensioni.
E: sì pure io lo faccio. Non è cattiveria, ma quando c’è un chilometro di storia non lo reggo. Il libro me lo voglio leggere da sola, non in riassunto! Quindi, op op, swish swish! Andiamo dritte al punto!
LL: op op swish swish? Ma che è la pubblicità di un detersivo? No, vabbè intervengo per dire che io sono stata accusata di raccontare poco dei libri che leggo e che dò l’impressione di averlo solo sfogliato. Giusto per dire eh!

2. Le bookblogger parlano tra loro
E: uh come parliamo tra noi!! Siamo tanto chiacchierine. È naturale, ci si conosce, si fa amicizia e quando si entra in confidenza ci si confronta e si chiacchiera anche di quello che ci succede sui blog.
LL: oh sì, tutto quello sfruculiare che sentite di sottofondo quando passate dai nostri blog, altro non sono che le nostre chiacchiere! Per messaggi, per telefono, di persona, noi ci raccontiamo tante cose! E: non posso dirvi cosa, altrimenti quell’altra qui mi mena!

3. Abbiamo le nostre preferenze (sia tra gli autori che tra le Case Editrici e i blog)
LL: siamo umane, no? È ovvio che ci sono blogger che ci stanno più simpatiche e altre a cui auguriamo l’implosione… ehm… che non amiamo particolarmente. E così come abbiamo i nostri scrittori preferiti, stessa cosa succede quando si tratta di Case Editrici, di uffici stampa e di tutto ciò che gravita attorno a questo mondo. FrancescaSantaeBenedetta ci maaaaaaaanchiiiiiiii
E: ma si è normale! Come abbiamo preferenze sui generi abbiamo preferenze su altre cose. Ad esempio io adoro la carta delle copertine della Neri Pozza e odio il formato Sellerio. Poi leggere un libro è altra cosa però…

 
4. Se una grafica non ci piace, non torniamo più
E: ah sulle grafiche siamo delle gran rompic….scatole! La grafica è il nostro biglietto da visita, è il primo impatto che si ha con un blog. Se non mi piace o la trovo faticosa…. ciaone!
LL: vero, confermo tutto! Io se entro in un blog che graficamente mi fa schifo, col cavolo che ci torno! Odio odio profondo per gli sfondi scuri o fluorescenti, per i glitter e per i cursori che lasciano scie o che hanno delle bestie incollate sopra. Se avete un blog così, state sereni: io non vengo!

5. Nella blogosfera si sa tutto di tutti
LL: avete presente Novella 2000? (E: non era 3000???) Ecco, lei è ciovane e ricorda la versione moderna! Dicevo: prendete Novella-che-numero-vi-pare, miscelatela con Signorini e con D’Agostino e otterrete la versione moderna della blogosfera! Tutto si sa di tutti, quindi, visto che delle due la stronza/polemica sono sempre io, ve lo dico qui e lo sottoscrivo pure: inutile che facciate finta di ricevere libri a sorpresa, lo sappiamo che non è così! Vai Laura, sputami!
E: pu pu pu!!! Dicevamo… uh sì, le notizie volano e volano veloci! Chi litiga con chi, chi copia chi (LL: AAAAAAAHHHHHHHHHHH...scusa, partito l’embolo), chi fa cosa, chi scrive a chi… si sa ragazzi! Si sa, internet è piccolo, la gente mormora….

6. Guardiamo se scrivete in italiano corretto
E: punto dolente, dolentissimo (che non si dice, lo so, ma dà l’idea). Se leggo una recensione non dico tanto, ma almeno l’italiano va usato in maniera corretta (o semi corretta). Vi prego, scongiuro, mi metto in ginocchio, vi pago…. i congiuntivi!!! Non uccideteli!!
LL: sapete perché vi vuole pagare lei? Perché mi sente cristonare tutte le mattine al telefono. Ogni volta che becco un congiuntivo sbagliato o che trovo gente a cui, invece del neurone grammaticale, hanno donato un sacchetto di virgole in eccesso, io urlo, urlo forte e lo faccio nelle orecchie sue! Ora, io non dico che dobbiate essere parenti della Crusca, per carità (che pure quelli, con petaloso… vabbè!), ma se proprio decidete di aprire un blog, io una ripassatina all’italiano, alla grammatica, giusto le basi, la darei! Giuratemelo!

7. Programmiamo tutto con largo anticipo
LL: largo mica tanto. Almeno non io. Io quello che faccio con largo anticipo è mettere roba in bozza. Così poi arrivo, rimpolpo e pubblico!
E: a me fa ansia vedere troppe cose pubblicate. Però di base mi organizzo e programmo cosa fare, che post pubblicare, che mail inviare e scrivo in agenda, poi piano piano preparo. Ma così non si accavalla niente.
LL: ah se intendiamo programmare in questo senso, allora sì! Diciamo pure che, a grandi linee, io e te abbiamo programmato già tutto il 2017 e pure mezzo 2018!

8. Non sopportiamo chi riceve i libri e non li legge o peggio, dopo mesi, li regala o li vende
E: non è che non sopportiamo… ci stanno proprio sul c…. sulle scatole! Non nascondiamoci dietro al ditino, che siamo formose e ci si vede comunque. Spesso (e mica tanto spesso) le Case Editrici ci inviano delle copie. Alcune avranno gli occhi che brillano e salterellano per casa dalla gioia di ricevere quello che a tutti gli effetti è un regalo. Altre… mettono da parte, dimenticano, regalano o peggio vendono. Non vi sembra una gran scorrettezza???? 
LL: scorrettezza? Scorrettezza? Io gente così la depennerei dalle rubriche degli uffici stampa. No, parliamone! Già per avere un libro dobbiamo sacrificare il primogenito sul monte Ararat (e spesso ci rifilano dei micragnosi ed illeggibili PDF) e poi c’è gente che li riceve e, come hai già detto tu, che fa? Li molla lì per mesi, magari non li legge mai. Ora, io non è che ti dico che tu debba leggere proprio tutto ciò che ricevi. Io sono l’esempio lampante di una che ha ricevuto un bel po’ di libri da parte di una certa CE e non li ha letti, ma non li ho chiesti. Ecco, la mia etica sta lì: se chiedo leggo e lo faccio in tempi brevissimi. Perché mi ritengo una persona corretta e penso anche che a quella CE di avere una recensione sei mesi dopo l’uscita, non freghi nulla! Che poi secondo me, lì sbagliano le Ce, ma questo è un altro discorso!

9. Sembriamo sorprese quando ci arrivano un libro, ma sapevamo che ci sarebbe arrivato
LL: il 98% dei libri che riceviamo sono stati chiesti da noi, noi stesse, noi medesime. Noi che spulciamo come delle ossesse tra le nuove uscite e, pronte e scattanti, scriviamo alla CE di turno e imploriamo (sempre sacrificando il figlio suddetto!) una copia. Quindi, quando leggete in giro: “Oh che bella sorpresa… oh che arrivo inaspettato... “ è tutta una grande menzogna! Io, in quasi tre anni di collaborazioni, ho ricevuto 3 libri non richiesti (no, quella CE che tutti sapete non fa testo!)
E: anche perchè qui si da una percezione sbagliata, sembra che piovano libri sulle teste di noi blogger (LL: ahi!) . Allora, 1. i libri pesano e ci faremmo un male cane; 2. chi lo recupera se finisce sull’armadio??(LL: mi sa che tocca a me che sono quella alta!); 3. non è vero! Assolutamente! Spieghiamo come funziona di norma: scopriamo l’uscita (a volte arrivano mail informative altre diventiamo strabiche su internet alla ricerca di una notizia), recuperiamo una mail dell’ufficio stampa e chiediamo se per favore (siamo educate qui, niente liste della spesa) è per caso disponibile una copia. Visto? Di inaspettato non c’è niente!

10. Tra bookblogger "amiche" ci scambiamo i contatti
E: eh io e Ciambella qui ci siamo conosciute così. Va beh scusate che male c’è? I contatti delle Case Editrici sono pubblici, ci sono anche dei siti specializzati in cui cercare. Se io l’ho perchè non darlo? Ohi c’è anche chi piuttosto si farebbe tagliare una mano… ma io non sono fatta così, se posso dare un aiuto lo do.
LL: confermo tutto! Ciambella è donna generosa e se può aiutare, aiuta! Ed è vero che noi ci siamo incontrate così, perché io le scrissi chiedendole dolcemente come cavolo faceva lei ad avere un libro che non era ancora uscito in libreria! Comunque sì, i contatti degli uffici stampa ce li passiamo e se dietro quello schermo, nell’ufficetto della CE ci sta qualcuno che non è particolarmente amabile, avvisiamo anche! Insomma, ci diciamo “scrivi tranquilla… sì, puoi fare la minchiona… no, quella piuttosto che risponderti ti uccide nel sonno”!

11. Chiamiamo gli autori per nome e, spesso, per soprannome
LL: ehm… ora tu giuri su Lamù che ti tieni cecio in bocca. Giura!
E: uffa, io non vedevo l’ora di arrivare a questo punto! Ok, giuro….
LL: e io lo sapevo, per questo mi premunisco! Allora, possiamo dire al mondo che Loredana Limone è zia, che Monica Coppola è mamma, che Alice Basso è Aliciuzza-nostra, che Manzini è Manzo (non fare quella faccia che tanto lo sa!). E basta, non possiamo dire altro. Capito? Muta!
E: ehhhh, chissà chi manca??? Chi mai sarà??? Uhmmmmmm…….
LL: tu vuoi morire stasera? Senza manco sapere chi vince Sanremo? No, perché io ti avviso: se crepo io, ti porto con me!
E: e ci stiamo??? Con tutti i libri?? Va beh, dai, diamo nomignoli simpatici perchè ci stanno simpatici questi autori, anzi li adoriamo proprio!!
LL: talmente tanto che tu Alice la vuoi tenere sul comodino. Ma la metti vicino al gufo o vicino ai Minions?
E: equidistante. Che poi nel Minions ci stanno le caramelle… 😼

LL: senti, io direi che svelati gli incofessabili segreti, sarebbe anche il caso di dire quall’altra cosa, che dici?
E: quella??? Davvero???
LL: eh quella! Che devo dirla io? O vuoi dirla tu?
E: dilla tu, perché mi sa che non è la stessa….
LL: ma che niente niente tu stai ancora pensando ai nomignoli?
E: 😀
LL: tu sei serpe in seno (E: no, lì metto cellulare quando siamo al telefono e devo avere le mani libere LL: questa cosa dovevamo dirla per forza? E: va beh, tu lo metti in un altro posto...LL: e alloooooora...). No, non è il nomignolo. Ehm...diciamo che solitamente le chiacchiere ce le cantiamo e ce le suoniamo noi. Ma stavolta, visto che l’argomento è scottante e tocca il mondo delle blogger, ci piacerebbe che qualche anima coraggiosa svelasse i suoi segreti. Quindi, se avete voglia (e coraggio da vendere!) svelate i vostri inconfessabili segreti in un post sul vostro blog. Oh avvisateci se lo fate, che così veniamo a leggere e vi mandiamo le guardie del corpo!
E: svelateci un vostro segretuccio, tanto poi non lo saprà nessun… Lallì, ma ora sanno tutti i nostri segreti!!! 
LL: tranquilla stella, ho già fatto i biglietti per posto freddo e senza estradizione. Fai valigie che passo a prenderti!
E: uh meno male! Basta che consegni Amazon e per me va bene tutto. Senti, finiamo qui?
LL: se non vogliamo veramente che ci vengano ad uccidere, direi di sì! Buonanotte a tutti e grazie per aver assistito alla prima puntata del Festival di Sanremo!
E: cretina, loro leggono fra giorni! E di mattina!
LL: oh
E: ok, sveliamo un ultimo segreto… Noi le chiacchiere le prepariamo con largo anticipo, di sera a volte, mentre guardiamo la tv… certo tu cecio in bocca mai eh!
LL: mai!
E: bon, vado a lavare i denti! Ciao a tutti!!!



Share this:

CONVERSATION

44 pensieri dei lettori:

  1. La grafica è importante, il primo impatto conta molto però ci sono anche blogger dolcissime e che scrivono cose interessanti anche se la grafica è semplice :)
    Le recensioni lunghe purtroppo è vero che allontanano un po' il lettore, io cerco di stringere il più possibile ma quando un libro mi piace è difficile frenarmi ahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti noi amiamo proprio le grafiche semplici, senza tanti fronzoli, con colori chiari e facilmente navigabili!

      Elimina
  2. oh come ho riso e annuito! Avete ragione e su tutto. Sono meno pignola sulle grafiche, io patisco chi le cambia troppo spesso ma non è un deterrente praticamente mai. Non avete detto però una cosa importante: se non si risponde ai commenti è veramente brutto e per me significa che hai chiuso. Mi piacciono un sacco le vostre chiacchere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece di dircelo qua, fai un bel post anche tu con i tuoi segretucci, Ropolo!!! Su op op swish swish (cit. Letizia).

      Elimina
  3. Puff pant! Che fatica sto post!

    http://nientedipersonale.org/tutto-quello-che-le-blogger-non-dicono/

    D'accordo quasi su tutto... sicuramente sulle grafiche orrende!

    RispondiElimina
  4. Voi mi fate crepare della risate
    ������ nuh io non c'ho tempo, forse lo faccio stasera!!
    Ho annuito quasi su tutto, Eh già!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh mi sa che alla fine la pensiamo tutte allo stesso modo!

      Elimina
  5. Oddio.... aspetta che per rispondere devo controllare i miei appunti...
    Sono d'accordo praticamente su tutto [ italiano, grafica, chiacchiere tra blogger, finte sorprese che urtano il sistema nervoso, eccessiva celebrità ed egocentrismo... ] :) Detto questo, spero non canguriate le mie recensioni visto che sono tutt'altro che risicate :DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se la lunghezza implica il proprio pensiero, noi le leggiamo anche volentieri le recensioni chilometriche! Il problema sono quelle che ti raccontano tuuuuuutto il libro, che a quel punto fai prima a leggerti le ultime 50 pagine e tanti saluti!

      Elimina
  6. Ahaha, io di certi mezzucci e certi sotterfugi (tipo le fine sorprese) ignoravo l'esistenza, me ne sto beata sulla mia poltrona dell'Ikea e mi crogiolo nel mio disordine, nelle mie recensioni logorroiche, nelle virgole che non so mai dove mettere. Spero mi vorrete bene lo stesso! ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma tu sei ingenua e vivi serena! Non immagini neanche quanto "lerciume" ci sia dietro certi blog! E comunque io il tuo disordine non l'ho visto e sì, ti vogliamo bene <3

      Elimina
  7. Ahahah mi avete fatto morire dalle risate aahaha
    Anche io sono d'accordo praticamente su tutto soprattutto per la grafica che è il biglietto di presentazione di un blog che sulle recensioni troppo lungheeee dove anche a me mi capita di zompettare per arrivare al sodo.
    E si... la blogosfera è diventata peggio di Novella 2000 e a volte mi capita di comprare i pop corn per poter leggere meglio dei battibecchi ahahaah
    Posso prendere spunto anche io da questa idea carinissima?
    Un salutone ad entrambe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che puoi! Vai, sfogati e fischia quando avrai fatto!!

      Elimina
    2. Ahahah! Leggevo e ero tutto un su e giù con la testa! Confermo... CONFERMO TUTTO!

      Elimina
    3. Meno male! E noi che pensavamo di dover fuggire!

      Elimina
  8. Ok, e fin qua tutte persone carine che non ci vogliono morte... Io però continuo ad aver paura ad uscire di casa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe opzioni omicide non vanno mai rivelate apertamente :DDDD

      Elimina
  9. Ahahaha, il bello (??) di questi post è che commentano solo le persone che sono d'accordo con voi, tutte le altre stanno già ciarlando mentre assemblano bamboline vudù!
    Detto questo: quoto!!! Abbasso le grafiche in cui non ci si capisce una mazza, piene di fronzoli, pizzi, merletti... insomma parliamo di libri mica di cucito. E sì, condivido tanto (ma tanto) il pensiero sulle case editrici. A volte la colpa sarà anche dei blogger, ma pure loro... date libri a chi li legge, date libri a chi li recensisce in italiano, date libri a chi li ama davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che facciamo un gruppo? Date i libri a chi li legge! Potrebbe essere un'idea carina!

      Elimina
  10. Anch'io confermo tutto. E' sempre uno spasso leggervi.
    bacio da lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi vuol dire che leggeremo le confessioni tue e della Bacci? Daiiiiiii!!!

      Elimina
  11. Straordinarie come sempre...❤️❤️❤️

    RispondiElimina
  12. Quanto ci piace chiacchierare!!! Eh si... ed anche leggere le chiacchiere altrui. Un piccolo appunto sul discorso grafica: ci sono alcuni blog davvero inguardabili, dove il testo si perde tra scintille varie, immagini enormi ed invadenti, colori di fondo che fanno proprio male alla vita ed a volte è proprio un peccato perchè, magari, potrebbe anche essere interessante soffermarsi a leggere... Anche io come voi scappo. Poi aggiungo un pensierino... A me capita spesso di gironzolare per i blog e lasciare dei commenti. Magari non in modo costante perchè comunque tra lavoro, figli, casa e tutto il resto di tempo ce n'è sempre poco ma è un piacere. Però scappo letteralmente davanti a coloro che si atteggiano un po', che si rivoltono ai lettori come a dei cagnolini... Non so se mi sono spiegata. Bhè, in quei casi scappo via soprattutto se la non avverto la cosa come simpatica ma come estremamente pesante ed altezzosa (poi vai per caso a guardare quanta gente segue quel blog e vedi che superano a malapena i dieci contatti.... a tutto c'è un perchè!). Baci ragazze e buone letture!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. rivolgono... scusate, non rivoltono...

      Elimina
  13. Che forte questa chiacchierata! Mi sarei presa volentieri un the con voi nel mentre:)
    Ma io dove vivo? Davvero nella blogosfera succede questo? Ad esempio io non pensavo proprio che dietro gli invii delle CE ci fosse tutto questo sordido sottobosco....quanta ingenuità! Per il resto concordo su tutto, anche se mi sento chiamata in causa per le recensioni... Quando scrivo recensioni ho la penna indiavolata e alle volte mi sgrido da sola per quanto scrivo. Sembrano temi, non recensioni. Ma è più forte di me,non ce la faccio! Cerco di non svelare molto della trama, però i pensieri che mi frullano in tesa mi fregano, non li trattengo....devo scriverli oppure mi restano nel cervello, ed è peggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è un sordido ed ammuffito sottobosco, Paola! Tu non immagini neanche quante cose succedano!

      Elimina
  14. Fino a ieri avrei commentato con stupore alcuni di questi segreti maneggi, come le faide tra bloggers o tra bloggers ed autori, ma le cose cambiano in fretta ed or ora ricevuto una email da una casa editrice che mi esorta caldamente a cancellare il mio ultimo post perché a quanto pare è una crudele stroncatura. Io credo di aver solo messo in luce i difetti, numerosi e oggettivi del libro, che sembra essere stato stampato senza nessun tipo di editing.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scherzi? Ma mai nella vita mi farò dire cosa pubblicare e cosa no!

      Elimina
  15. Sapete la verità, con questo post avete praticamente detto tutto ed io mi ci rispecchio (grafiche comprese che, in alcuni casi mi fanno storcere il naso!). Prometto che ci rifletto e se trovo altri aspetti detestati dalla sottoscritta preparo un bel post sul mio blog. Intanto continuo a ridere :D

    RispondiElimina
  16. Mi sono davvero divertita a leggere questo post! Ammetto che io sono fra le blogger prolisse, cavolo quando inizio a scrivere di un libro non riesco più a fermarmi, devo ridimensionarmi ma mi piace troppo e quindi scrivo e scrivo...
    Per quanto riguarda la grafica sono molto selettiva anch'io, non sopporto quando entro in un blog e parte una canzoncina! Di norma esco subito!
    Odio la confusione e come voi non riesco a leggere i blog a sfondo nero o molto scuro, dopo un po' mi si strizzano gli occhi! In più ci rimango male quando trovo pubblicità da tutte le parti, tipo diete o prodotti di bellezza, proprio non mi va!

    RispondiElimina
  17. ahahahahah ma perché io questi post li leggo sempre in ritardo? ahahahah
    rido come una iena! e comunque condivido tutto ma proprio tutto ciò che avete scritto. ma sul serio alcune blogger vendono i libri ricevuti?
    io se proprio non ho più posto al massimo li dono alla biblioteca della mia città oppure alla parrocchia dove va mia madre che hanno sempre tanto piacere! forse sono strana io ... :) ma no on credo vero? vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Chicca, non sei strana! Purtroppo sono tante le blogger che rivendono i libri o li mettono in scambio. Non so quale delle due cose sia peggiore. Personalmente cerco di non dare mai via libri che mi sono stati inviati e, se proprio non mi interessano o non lì ho richiesti io, li dono alla biblioteca!

      Elimina
  18. ma che bello questo post. Mi ritrovo in tutto quello che avete scritto

    RispondiElimina