Enter your keyword

domenica 31 gennaio 2016

Come un'asociale si innamorò di un vecchio scorbutico

By On gennaio 31, 2016
31 gennaio 2015


Come sempre sono nella stanza librosa, accucciata in poltrona, col muso di Merlino su una gamba e un libro tra le mani. È un libro particolare. L'ho terminato da pochi minuti, ho le guance ancora umide di lacrime e un crescente senso di solitudine mi alberga dentro.

Ho la sensazione che quella che mi accingo a scrivere sarà una delle recensioni più difficili della mia carriera di blogger. Come farò a spiegare chi è Cesare? Come si spiega a chi ancora non conosce quello scorbutico settantasettenne, che un uomo così, egoista, sociopatico, anche un po' vigliacco, può entrarti nel cuore, ridurtelo a brandelli e non uscirne più?

Cesare è uno dei personaggi meno amabili che io abbia incrociato sulla mia strada di assidua lettrice. Un anziano che, per queasti tutta la sua vita, ha calpestato i sentimenti altrui; un uomo pieno di rimpianti, un pessimo marito e un padre forse peggiore. Eppure... Eppure io, poco più di 48 ore fa, ho preso in mano questo libro, tra l'altro con una sorta di diffidenza nei confronti della dicitura Un caso letterario senza precedenti, e mi sono innamorata di quel disgraziato di Cesare dopo meno di due pagine!

Disegno realizzato da Alberto Zuccalà

Ok, adesso mi siedo, prendo carta e penna e cerco di spiegare al mio piccolo mondo di lettori che uno come Cesare si può amare, ma che amarlo è rischioso, perché Cesare Annunziata, una volta che gli hai aperto la porta di casa tua, è uno che non va più via!

Bene. Appoggio la punta della penna sul foglio e le parole sgorgano spontanee, veloci, sembra quasi che corrano più del mio pensiero
Mi sono bastati venti minuti per dire al mondo che amo Cesare!

31 gennaio 2016

È trascorso un anno da quando ho metaforicamente salutato Cesare. Metaforicamente sì, perché Cesare è qui con me, imperituro, da 365 giorni. Sorride sornione, mi guarda di traverso, si è impossessato del mio cuore e non lo ha più lasciato.

In questi 365 giorni sono cambiate tante cose e tanti altri libri sono passati attraverso il mio sguardo critico.
Oh, ne ho letti di libri belli, eh! Ma Cesare...

Proprio qualche settimana fa, Lorenzo, colui dalla cui penna Cesare ha preso vita, ci ha comunicato l'imminente uscita del suo nuovo romanzo.

Io ci tengo a dire una cosa: stimo Lorenzo, innanzitutto come persona, avendo avuto modo di conoscerlo, e, ovviamente, come scrittore. Non so cosa possa provare lui in questo momento. Lui che, come ha più volte ripetuto, la vita se l'è davvero vista sconvolgere in quest'ultimo anno!

Credo, mi permetto di immaginare, che all'eccitazione per una nuova storia che sta per vedere la luce, si accompagni, forse, quel timore tipico di chi sarà giudicato anche sulla base di un grande successo!

Di Lorenzo, ultimamente, mi ha colpita una frase: <<Poi, magari, mi direte ceh Cesare è sempre Cesare...>>
Chissà, Lorenzo! Forse hai ragione! Insomma, noi lettori, quando ci innamoriamo sul serio, non sentiamo ragioni!
Mettiamola così: io ti dico che, per quanto riguarda me, Cesare è indimenticabile! Sì, lo ammetto e me ne sono resa conto proprio in questi giorni, quando, sistemando la mia libreria, ho dovuto sfogliare alcuni libri per rammentarne passaggi, frasi o personaggi.

Poi ho preso in mano il tuo, di libro, e...niente! Non c'è stato bisogno di fare nulla, perché ce l'ho tutto in mente, scena dopo scena, capitolo dopo capitolo.

Insomma, ormai mi conosci un po', Lorenzo! Hai idea di quanti libri avrò letto nella mia vita? Tanti! Da Cesare ad oggi ne ho avrò avuti tra le mani almeno un centinaio! Eppure, il tuo è l'unico che io ricordi per intero. L'unico che, io consigli senza pesnarci su due volte (e  mi sa che questa cosa la sapevi già!).

E allora facciamo un patto, Lorenzo, ti va? Io prometto di leggere il tuo nuovo romanzo con lo stesso sguardo ingenuo col quale mi approcciai a Cesare un anno fa! Perché, insomma, io questo romanzo lo aspetto a braccia aperte già da un po'!
Ma...eh sì, c'è un ma, piccolo piccolo, ma c'è! Ma lo leggerò seduta in quella stessa poltrona, col muso di Merlino su una gamba e Cesare che prepara il caffè in cucina!

Che dici, Lorenzo? Si può fare?




sabato 30 gennaio 2016

Recensione "Tutte le donne di" di Caterina Bonvicini - Garzanti

By On gennaio 30, 2016
Tutte le donne di SINOSSI

È la vigilia di Natale. Intorno alla tavola ci sono sette donne. Tutte le donne della vita di Vittorio, e lo stanno aspettando. Ma lui non arriva. Manda solo un enigmatico messaggio. Poche parole che rendono ancora più perturbante la sua assenza. Perché per ognuna di loro, in modo diverso, lui è il centro di un mondo: c'è la madre e c'è la sorella, ci sono la moglie, l'ex moglie e l'amante, la figlia adulta e la figlia adolescente. Il vuoto che lascia un uomo può diventare molto affollato. Ritrovare se stesse è allora necessario, vitale, indispensabile. Bisogna farlo insieme, avere il coraggio di appoggiarsi l'una all'altra. Bisogna accettare che un amore che si voleva assoluto è invece frammentario e condiviso. Condiviso proprio con quelle donne per cui si prova astio e rancore. Eppure anche da questi sentimenti può nascere un'inattesa complicità, una solidarietà finora sconosciuta. Forse solo così la lontananza di Vittorio può diventare un'occasione per guardare le cose in modo nuovo.
In questa commedia ironica e spietata, costruita come un giallo, anche la persona a noi più vicina può svelare all'improvviso un lato che agli altri sfugge.
Caterina Bonvicini torna con un romanzo che è un piccolo capolavoro di stile. Un affresco in cui ogni particolare vive di luci e di ombre. Una storia appassionante in cui l'assenza di un uomo dà finalmente voce alle donne della sua vita. Tutte le donne di è un libro sull'amore, sulla famiglia, sulle sovrastrutture che la società impone. Perché sentirsi liberi di essere se stessi è una lunga conquista, che può arrivare quando meno te l'aspetti.

TITOLO: Tutte le donne di
AUTORE: Caterina Bonvicini
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 28 gennaio 2016
PAGINE: 208

TRAMA 9
PERSONAGGI 9
STILE 10
INCIPIT 9
FINALE 10
COPERTINA 9

venerdì 29 gennaio 2016

Ti consiglio un libro #14 - Un libro da leggere in un giorno

By On gennaio 29, 2016


Buon venerdì a tutti! L'argomento del consiglio di quest'oggi è stato scelto da Dany. E devo ammettere che, inizialmente, mi ha messo un po' in difficoltà. Insomma, non sono molti i libri che si possono leggere in un giorno. E poi, un giorno... c'è chi ha tante ore libere e chi, invece, deve destreggiarsi tra mille impegni, quindi ciò che una persona potrebbe leggere in un solo giorno, per un'altra diventa una lettura che ci si trascina dietro per più e più giorni.
Il mio dilemma si è risolto proprio ieri, quando ho letto l'ultimo libro di Fausto Brizzi, quindi sarà proprio questo che vi consiglierò questa settimana!

ho sposato una vegana

Titolo: Ho sposato una vegana
Autore: Fausto Brizzi
Editore: Einaudi
Pagine: 132

Se avete letto la recensione che ho pubblicato ieri, saprete già che questo non è un libro nel vero e proprio senso della parola. E saprete anche che, se fate parte del mondo dei vegani, mi state sulle balle.
Ma c'è da dire che l'ironia innata di Brizzi riesce anche a far apparire tollerabile una donna odiosa come sua moglie!
Un libretto piccolo piccolo che si legge in meno di due ore, che fa sorridere e che vi farà venire voglia di bistecche, ciambelle e tutto ciò che potrebbe ostruire le vostre coronarie!!

Come sempre, vi ricordo di andare a sbirciare i consigli di LauraDany e Salvia.

giovedì 28 gennaio 2016

Recensione "Ho sposato una vegana" di Fausto Brizzi - Einaudi

By On gennaio 28, 2016
ho sposato una veganaSINOSSI

Le tragicomiche avventure di un onnivoro perdutamente innamorato di una donna con abitudini alimentari che lui pensava destinate solo ai ruminanti. Un libro divertente e affettuoso su una delle ossessioni della borghesia moderna: il cibo sano e morale.

TITOLO: Ho sposato una vegana
AUTORE: Fausto Brizzi
EDITORE: Einaudi
DATA DI PUBBLICAZIONE: 26 gennaio 2016
PAGINE: 132

lunedì 25 gennaio 2016

Recensione "Non avevo capito niente" di Diego De Silva

By On gennaio 25, 2016
non avevo capito nienteSINOSSI

Prendete la persona piú simpatica che conoscete. Poi quella piú intelligente. Adesso quella piú stupida e infantile. Piú generosa. Piú matta. Mescolate bene. Ecco, grosso modo, il protagonista di questo libro. Un po' Mr Bean, un po' Holden, un po' semplicemente se stesso, Vincenzo Malinconico è un avvocato semi-disoccupato, un marito semi-divorziato, e soprattutto un grandioso, irresistibile filosofo naturale. Capace di dire cose grosse con l'aria di sparare fesserie, di parlarci di camorra come d'amore con la stessa piroettante, alogica, stralunatissima forza, Malinconico ci conquista nel piú complesso dei modi: facendoci ridere.

TITOLO: Non avevo capito niente
AUTORE: Diego De Silva
EDITORE: Einaudi
DATA DI PUBBLICAZIONE: ottobre 2007
PAGINE: 315

TRAMA 6
PERSONAGGI 8
STILE 8
INCIPIT 6
FINALE 7
COPERTINA 7

giovedì 21 gennaio 2016

Challenge 2016 - Le LGS sfidano i lettori - Prima tappa

By On gennaio 21, 2016

Buongiorno dolci donzelle! 

Siamo già al 21 gennaio e, come previsto, io sono qui a darvi altri due titoli bonus, la lettura dei quali, come sapete, è assolutamente facoltativa, ma vi varrà ben 10 punti per ogni libro letto!

Innanzitutto, vorrei complimentarvi con tutte voi: siete oramai più di 60 e quasi tutte attive. Ad oggi ho letto ed inserito nel modulo circa 200 recensioni. Ma la cosa più stupefacente è che alcune di voi, oltre ad aver terminato il primo giro di obiettivi, aver letto i primi titoli bonus, hanno anche iniziato un secondo giro di letture! Bene! Ditelo a zia Libridinosa: cosa fate nella vita? Leggete di professione? Avete un lettore privato che vi segue in ogni dove leggendo per voi a voce alta? No perché noi LGS, ultimamente, non troviamo neanche il tempo per fare pipì, figuratevi quello per leggere come si deve!
Vabbè, bando alle ciance. Prima di svelarvi i nuovi titoli, facciamo un ripassino delle regole base! Pronte?
Ecco, queste sono le regole base. Poi, a fronte di un mese di challenge, mi permetto di tirarvi un po' le orecchie! Quando compilate il modulo per inviarci le vostre recensioni, vi pregherei di leggere attentamente le diciture dei campi da compilare:
  1. dovete inserire il nome con cui siete iscritti alla challenge, altrimenti noi passiamo ore a cercare di capire chi sia tal Genoveffa che poi si scoprirà essere iscritta come Carmela!
  2. dovete altresì inserire obiettivo completato, titolo ed autore del libro. Scrivere solo libro di 400 pagine costringerà noi a risalire agli altri dati dalla recensione. Ovviamente noi le recensioni le leggiamo tutte (sì, tutte, quindi non cercate di fare le furbe!!!), ma sarebbe carino se ci semplificaste il lavoro. Per i libri bonus specificate quantomeno il titolo!
  3. controllate bene che il link che state per inserire rimandi alla giusta pagina. Ci è capitato più di una volta di ricevere link che rimandavano alle schede generiche dei libri su anobii o su goodreads, link non funzionanti, o link di altre recensioni.
E con questo ho finito di rompervi le scatole e procedo, finalmente, a svelarvi i due titoli che ho scelto per questo secondo mese!

la gemella silenziosaDue titoli totalmente opposti. Un thriller voli acrobatici e pattini a rotellee una storia dolce ed esilarante come solo Fannie Flagg è in grado di scrivere!
Il thriller in questione è uno di quelli che più ho amato nel 2015 (e la cui copertina mi suscita ancora angoscia!).

Voli acrobatici e pattini a rotelle è, invece, ad oggi, il miglior libro che io abbia letto di quest'autrice. So che molte di voi volevano approcciarsi alla sua scrittura, quindi quale miglior occasione di questa?!


Come sempre avrete tempo sino al 21 marzo per leggere e recensire questi due romanzi. 
Le recensioni andranno inviate tramite il modulo che avete usato sino ad oggi che potrete trovare qui.

Infine, vi ricordo che su Facebook è stato creato un gruppo solo per voi partecipanti, in cui potrete rivolgerci domande (e mi pare che questo lo abbiate capito e messo in pratica alla perfezione!!!), chiacchierare tra voi, scambiarvi consigli e chiederci aiuto! Il gruppo è accessibile solo tramite approvazione delle Amministratrici, quindi non correrete il rischio di trovarci gente strana... no, noi non siamo strane. Siamo simpatiche, minchione e tanto belle!

Ah, quasi mi dimenticavo... per chi se lo fosse perso, qui c'è il documento Drive con l'aggiornamento di tutti i vostri progressi. Vi ricordo che, per quanto riguarda la mia parte di gestione della Challenge, il foglio sarà aggiornato ogni lunedì (sì, lo ammetto, lo aggiorno quasi quotidianamente, ma non è colpa mia se voi non fate altro che inviare recensioni!).

Bene, per quest'oggi penso di avervi detto davvero tutto. Ci rileggiamo il 21 febbraio con gli ultimi due titoli della mia tappa.


mercoledì 20 gennaio 2016

Recensione "Ritorno a Riverton Manor" di Kate Morton - Sonzogno

By On gennaio 20, 2016
ritorno a riverton manorSINOSSI

Grace Bradley sta per compiere cent'anni quando un'inattesa visita la riporta a un fatto oscuro del proprio passato. Fin da bambina, Grace aveva lavorato nella sontuosa villa delle famose sorelle Hartford. Nella notte della sua inaugurazione, uno sparo si confonde al fragore dei fuochi d'artificio. Le conseguenze di quel colpo di pistola scuotono l'antica casata fin dalle sue fondamenta, compromettendo il rapporto tra Hannah ed Emmeline Hartford.
Entrambe innamorate dello stesso uomo.

TITOLO: The Shifting FogRitorno a Riverton Manor
AUTORE: Kate Morton
TITOLO ORIGINALE: The shifting fog
TRADUZIONE A CURA DI: 
Massimo Ortelio
EDITORE: Sonzogno
DATA DI PUBBLICAZIONE: 19 settembre 2012
PAGINE: 528

TRAMA 7
PERSONAGGI 7
STILE 8
INCIPIT 6
FINALE 6
COPERTINA 7


venerdì 15 gennaio 2016

Ti consiglio un libro #13 - ...che consiglio alle LGS

By On gennaio 15, 2016

Ma i titoli che vi consiglio poi li leggete davvero? O vi limitate a fissarmi come se fossi scema? No, perché io ve lo dico, se mi consigliate minchiate (si può dire minchiate?!), non le leggo!

Vabbè, io ci provo! Dunque, parto da sorella virtuale e a Laura consiglio

cento giorni di felicità

Titolo: Cento giorni di felicità
Autore: Fausto Brizzi
Editore: Einaudi
Pagine: 393
Te lo consiglio perché... è bellissimo! Si ride tanto! E poi devi piantarla di dire che non leggerai mai Brizzi!







Proseguo con Salvia a cui consiglio

noi due e gli altri

Titolo: Noi due e gli altri
Autore: Fionnuala Kearne
Editore: Neri Pozza
Pagine: 415

Te lo consiglio perché... innanzitutto, come diciamo sempre io e te, è un Neri Pozza! E poi sarei davvero curiosa di conoscere il tuo parere su questo romanzo!





Infine, a Dany consiglio...

terapia di coppia per amanti

Titolo: Terapia di coppia per amanti
Autore: Diego De Silva
Editore: Einaudi
Pagine: 288

Te lo consiglio perché... è una storia davvero fuori dal comune e so che ameresti tantissimo Modesto!





Bene, mentre io cerco di scoprire la reazione delle mie amiche, voi andate a scoprire cosa consigliano Laura, Dany e Salvia.

giovedì 14 gennaio 2016

Associazione a delinquere #8 - L'uomo che vorrei...

By On gennaio 14, 2016

Cara Apple ti scrivo...

Questo è un aggiornamento della letterina di Natale. Ti ricordi di noi??? Quello che ti abbiamo chiesto non è arrivato, ma niente niente niente eh! Cioè dopo Babbo Natale manco tu ci prendi in considerazione! E che è???Non si fa così!! Tanto per farti perdonare, essendo noi munite di mariti deficienti e una è pure single, vorremo chiederti se potessi costruirci degli uomini su misura. Ecco qualche idea...

Salvia: Io lo voglio con gli occhi del protagonista di Twilight, il fisico di Brad Pitt e la faccia di Roul Bova, perché oramai è un po' stagionato e la stagionatura un po' mi piace. E per favore fai che le
cuciture non si vedano (occhio alla plastica facciale)
Eliza: Uh che impressione…
Salvia: Poi vorrei di carattere lo vorrei gentile come Jack del Titanic
Laura: Un deficiente quello..
Salvia: Ringrazia che non ho chiesto Gray delle 50 sfumature
Laura: Ma tu lo vuoi bipolare allora!!!
Eliza: Così ci siamo inimicate i fans di Twilight, quelli di Brad e di Roul Bova e ora pure quelli del Titanic e delle 50 Sfumature… Chi manca??
Salvia: Poi lo vorrei pazzo come Jack Sparrow, simpatico come Claudio Bisio (magari ci scrive!! ) e impavido come il governatore della California
Laura: Chi???? Schwarzenegger???
Salvia: E già che ci siamo un po' lurido come Pierò Pelù
Laura & Eliza: AAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHH!!!!
Salvia: Ah e per finire riesci mica a metterci qualche qualità di Orlando Bloom?
Laura: Ma che ne sai?? Che è amico tuo che sai che qualità c’ha?!
Salvia: E va beh ma mi tarpate le ali subito!
Laura: Ma hai delle pretese assurde!
Che tocca a me adesso??!!
Eliza e Salvia: Dai!

451079458Laura: Io lo voglio fisicamente come Fernando, uguale uguale uno sputo! Uno sputo di Fernando!
Salvia: O ma che schifo però...proprio col verdone
Laura: Ma no ma dai!!!
Salvia: Come no dai!?
Laura: Poi lo voglio che legga, che sia associale come me e che la domenica passi il folletto al posto mio
Salvia: Uh che romantico…
Eliza: Eh sì perchè lei Fernando lo vuole per il romanticismo... Certo certo... Come no!
Laura: Basta io ho finito, mi accontento di poco
Eliza e Salvia: Poco, va beh…
Laura: Sì, io mi accontento di poco mica come te che hai fatto un frappè di gente!

Eliza: Ok tocca a me! Allora, prendi carta e penna e Google, che ti servirà per avere una idea più chiara (si Cara Apple lo so, sei femmina e fidati, lo vuoi veder uno come quello! Basta che dopo aver sbavato sullo schermo lo pulisci bene). In realtà io sono la più semplice delle tre e ti dico solo una parola…Thor!
Salvia: Ammappate! E comunque io l'ho davvero Thor, uguale uguale, ma proprio uguale, se vieni a trovarmi te lo faccio conoscere
Laura: Uh Salvia ma invece di andare al Salone del libro, facciamo un Thor tour??
Salvia: Che bello un Thor Tour!!
unnamedEliza: Siiiiiiiiiiii!!!

20 minuti di chiacchiere varie su uomini conosciuti e fighi di cui non faremo il nome per non urtare la sensibilità di amici stretti dopo…

Eliza: Vedi, cara Apple che tutto può, io sono donna semplice e il manzo nordico, come dire, acchiappa! Certo, magari fammelo anche simpatico, poco rompicoglioni che io non c'ho pazienza di ammaestrarlo che già mi basta il cane, e soprattutto guai a lui se osa avvicinarsi alle mie penne (no, nessun doppio senso! Sporcacciona!!)
Laura: Non si toccano le penne di zia!
Salvia: Come J-Ax che diceva "vuoi giocare con il mio pennello”
Laura: Salviuccia, devi cambiare genere musicale
Salvia: E va beh quelle sono le basi!
Laura: J-Ax ??
Salvia: Gli Articolo31
Laura: AAAAhhhh ... Certo, se mentre ci assembli l'ordine ci infili anche tre iMac noi evitiamo di stare qui a pettinare le bambole
Eliza: Ah ora si dice pettinare le bambole….
Salvia: No, a casa mia si dice smontare l'albero di Natale
Eliza: E via coi doppi sensi!!
Laura: Io mi dissocio, mi dissocio proprio!
Salvia: E da una che legge i maneggi delle signorine Devoto cosa vuoi aspettarti?
Laura: Cretina sei
Salvia: E ma te le tiri... Che cosa maneggiano ste signorine?!
Laura: Le vite degli altri condomini
Salvia: Aaaahhhh ... Si sì...

NB: Eliza ha fatto censura per render questa chiacchiera pubblicabile e fruibile ad un pubblico di tutte le età! Fate voi cosa ci siamo dette al telefono…

NNB: Come sempre questa Chiacchiera è realizzata senza fini di lucro… ma se vi avanza un Thor noi no non lo diciamo…





lunedì 11 gennaio 2016

Recensione "Miss Alabama e la casa dei sogni" di Fannie Flagg - Bur Rizzoli

By On gennaio 11, 2016
miss alabama e la casa dei sogniSINOSSI

Una vera signora sa sempre quand'è il momento di uscire di scena. E Maggie Fortenberry, sessantenne affascinante che conosce almeno 48 modi di piegare il fazzoletto, ha deciso che quel momento è arrivato. Ex Miss Alabama e quasi Miss America, da ragazza nutriva grandi aspettative: un matrimonio felice, una bella casa elegante, una nidiata di figli. Al contrario oggi è single, depressa, e la sua scialba esistenza di agente immobiliare le riserva ben pochi brividi. Dunque la decisione è presa: è ora di farla finita. Ma con stile, certo, e senza dare troppo disturbo a nessuno.
Mentre Maggie si prepara scrupolosamente all'evento, una serie di imprevisti interverranno a distrarla. Forse, dopotutto, la sua amica Hazel aveva ragione a dire che anche chi non è nato fortunato ha diritto a un lieto fine.

TITOLO: I Still Dream About YouMiss Alabama e la casa dei sogni
AUTORE: Fannie Flagg
TITOLO ORIGINALE: I still dream about you
TRADUZIONE A CURA DI: Valentina Ricci
EDITORE: Bur Rizzoli
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2011
PAGINE: 396
ISBN: 9788817054768

TRAMA 8
PERSONAGGI 8
STILE 8
INCIPIT 8
FINALE 8
COPERTINA 9


giovedì 7 gennaio 2016

In libreria #44

By On gennaio 07, 2016

A gennaio ripartono le pubblicazioni. Qui vi presento le tre uscite che mi hanno maggiormento colpito e che potrete trovare in libreria nelle prossime settimane!

Ho sposato una vegana

Sposare una vegana può avere conseguenze imprevedibili. Puoi ritrovarti a brucare l'erba da un vaso sul terrazzo - perché nella casa di un vegano che si rispetti ogni pianta o fiore è commestibile - e sentirti in colpa per il dolore provocato a tutte le telline mangiate nella tua "crudele vita precedente". Seguire questa dieta, scopri inoltre, comporta un grande dispendio di energie e - chissà perché? - di denaro. Roba da diventare nervosi per davvero, ancor piu quando, dopo mesi di torture, con sorpresa e quasi fastidio, sei costretto ad ammettere che i tuoi esami medici sono, per la prima volta, perfetti.





Scheda libro
Titolo: Ho sposato una vegana
Autore: Fausto Brizzi
Casa editrice: Einaudi
Data di pubblicazione: 26 gennaio 2016
Pagine: --
Prezzo: 12.50 €

L'ultima famiglia felice
Matteo, Anna, Eleonora e Stefano sono una famiglia felice. Cosí crede Matteo, padre e marito pacato, che non giudica, non controlla, non impone. Dietro il suo comportamento non c’è ipocrisia, solo buone intenzioni. Sono proprio le buone intenzioni a impedirgli di vedere le crepe che già fanno scricchiolare il suo mondo. Non riesce ad accorgersi che, sotto le apparenze, la tensione è salita al massimo. Una notte, una pallina da tennis lanciata una volta di troppo manda tutto in frantumi e, innescando una tragica reazione a catena, mette a nudo il bisogno inconfessabile di autorità cui nessuno di noi riesce a sfuggire.





Scheda libro
Titolo: L'ultima famiglia felice
Autore: Simone Giorgi
Casa editrice: Einaudi
Data di pubblicazione: 26 gennaio 2016
Pagine: --
Prezzo: 18.00 €

I frutti del vento

A fine Ottocento, nella tenuta agricola di famiglia in Connecticut, James e Sadie non se la passano bene. Le mele dolci da vendere al mercato e quelle asprigne da cui ricavare il sidro non sono mai abbastanza per sfamare tutti i loro dieci figli, e i figli dei fratelli e dei cugini. Seppure a malincuore, James e Sadie decidono di accettare la proposta del governo, che promette terre in abbondanza a chiunque sia disposto ad andare a coltivarle all'Ovest, e si trasferiscono a Blackmore, in Ohio. Come tanti altri "settlers" (così venivano chiamati gli agricoltori migratori), la coppia confida in una vita più dignitosa, ma ad aspettarli trova nuove difficoltà: campi sterminati, un lavoro frustrante e solitario, e una misteriosa febbre gialla che ogni estate si porta via qualche figlio. Quando ormai Sadie si è trasformata in una donna irascibile e dipendente dal sidro, James non sa più che fare e la famiglia si sfascia. Il figlio Robert gira il mondo e, dopo mille peregrinazioni, finisce in California, dove conosce un uomo che esporta sequoie in Inghilterra e una donna di nome Molly. In Ohio, la sorella Martha, stufa di essere vessata dai vicini e da tutti gli uomini che ha incontrato nella propria vita, scopre di essere incinta e lascia casa alla ricerca del fratello. Si ritroveranno tutti in California, in quello che un giorno diventerà il celebre "Sequoia National Park". Per Rob, tuttavia, il viaggio non è finito: porterà cinquanta piantine di sequoia in Inghilterra e cercherà fortuna nel vecchio continente.

Scheda libro
Titolo: I frutti del vento
Autore: Tracy Chevalier
Casa editrice: Neri Pozza
Data di pubblicazione: 28 gennaio 2016
Pagine: 320
Prezzo: 17.00 €

Trovato qualcosa di interessante? Io non vedo l'ora di averli tutti e tre tra le mani!!


mercoledì 6 gennaio 2016

Recensione "La biblioteca dei libri proibiti" di John Harding - Garzanti

By On gennaio 06, 2016
la biblioteca dei libri proibitiSINOSSI

New England, 1891. È notte fonda ormai. Nell'antica dimora di Blithe House regnano il silenzio e l'oscurità. Per Florence, giovane orfana di dodici anni, è finalmente giunto il momento che ogni giorno aspetta con ansia. Attenta a non far rumore, sale le scale ed entra nella vecchia biblioteca. Nella grande stanza abitata dalla polvere e dall'abbandono ci sono gli unici amici che le tengano davvero compagnia, i libri. Libri proibiti per Florence. Non potrebbe nemmeno toccarli: da sempre le è vietato leggere. Così le ha imposto lo zio che l'ha allevata insieme al fratellino Giles. Un uomo misterioso, che l'ha condannata a vivere confinata in casa insieme alla servitù.
Ma Florence è furba e determinata e ha imparato a leggere da sola. Ha intuito che nei libri è racchiusa la strada per la libertà. Perché proprio in quella biblioteca, tra i vecchi volumi di Sir Walter Scott, Jane Austen, Charles Dickens, George Eliot e Shakespeare, si nasconde un segreto che affonda le radici in un passato legato a doppio filo alla morte dei suoi genitori.
Una terribile verità che, notte dopo notte, getta ombre sempre più inquietanti sulla vita di tutti. Strani episodi iniziano a sconvolgere la dimora. Prima la morte violenta e inspiegabile di una delle governanti, poi l'arrivo della nuova istitutrice del fratellino, una donna dura, che odia Florence con tutta sé stessa. Per la ragazza camminare per i corridoi della casa è sempre più pericoloso.
Deve essere astuta e stare attenta a tutto, al minimo scricchiolio del legno, a un soffio di vento, agli occhi che la fissano sinistri dai dipinti. La verità ora è una questione di vita o di morte. E per trovarla Florence avrà bisogno delle parole che si annidano nei libri e dell'anima oscura che si nasconde in lei.
Un romanzo indimenticabile. In corso di pubblicazione in tutto il mondo, ha entusiasmato i lettori e ha incantato la critica, diventando ben presto uno dei casi letterari più commentati della stagione. Sullo sfondo di atmosfere magiche e inquietanti, John Harding racconta una storia di misteri e bugie, di verità oscure e di speranze inattese in cui la forza della lettura e dei libri forse, a volte, può persino salvare la vita.

TITOLO: La biblioteca dei libri proibiti Florence and Giles
AUTORE: John Harding
TITOLO ORIGINALE: Florence and Giles
TRADUZIONE A CURA DI: Stefano Beretta
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 26 agosto 2010
PAGINE: 255
ISBN: 9788811681830

TRAMA 2
PERSONAGGI 2
STILE 1
INCIPIT 1
FINALE 1
COPERTINA 6

martedì 5 gennaio 2016

Recensione "Le bugie degli altri" di Kimberly McCreight - Editrice Nord

By On gennaio 05, 2016
le bugie degli altriSINOSSI

Non ce la faccio. Quando supera il nastro giallo della polizia, Molly Anderson cerca di prepararsi a ciò che si troverà davanti agli occhi: il corpo di un bambino appena nato, abbandonato nei boschi che circondano la cittadina di Ridergale, nel New Jersey. Non ce la faccio, si ripete, cercando di scacciare dalla mente le immagini di una tragedia che continua a tormentarla. Tuttavia il suo ruolo di giornalista le impone di mettere da parte i sentimenti personali e osservare i fatti con freddo distacco. Non accade spesso che Ridergale sia coinvolta in un caso di cronaca nera, e questa è l'occasione che lei aspettava da tempo. Perciò si getta a capofitto nel lavoro e, durante le ricerche, s'imbatte in un articolo di vent'anni prima, riguardante un ragazzo morto nel luogo esatto in cui è stato scoperto il neonato. Convinta che non si tratti di una coincidenza, Molly decide di indagare, tuttavia ben presto si renderà conto che riportare alla luce quella vecchia storia è come spargere sale su una ferita aperta nel cuore della cittadina. Perché lei non è l'unica a convivere con un passato doloroso. E alcuni nascondono segreti molto pericolosi…

TITOLO: Le bugie degli altri
AUTORE: Kimberly McCreight
TITOLO ORIGINALE: Where they found her
TRADUZIONE A CURA DI: Francesca Toticchi
EDITORE: Editrice Nord
PAGINE: 398
DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 ottobre 2015
ISBN: 9788842926450

TRAMA 7
PERSONAGGI 8
STILE 8
INCIPIT 9
FINALE 9
COPERTINA 7

sabato 2 gennaio 2016

Barattolo del Sorriso 2016

By On gennaio 02, 2016
L'1 gennaio 2015
prendete un barattolo vuoto
e mettetelo da qualche parte
in camera vostra.
Ogni volta che leggerete un libro,
scrivete il titolo su una strisciolina di carta
e mettetela nel barattolo.
Il 31 dicembre 2015
aprite il barattolo
e contate quante striscioline ci sono,
quanti libri avete letto durante l'anno.

Mentre contate,
fate caso al bellissimo sorriso che state facendo!


Siamo giunti alla terza edizione di questa iniziativa, nata un po' per caso e che tanto successo ha riscosso tra voi lettori!

Quello che vedete nella foto è il mio Barattolo del Sorriso per questo 2016. Come sempre, tutto il merito va a mio marito che, da un mio misero schizzo, riesce a tirare fuori un capolavoro !
Come potrete notare, quest'anno ha davvero superato se stesso: la lampada si accende davvero!!

E adesso, come ogni anno, tocca a voi! Sbizzarritevi, date fondo alla vostra fantasia, armatevi di barattoli, colla, glitter, carta, forbici e chi più ne ha più ne metta. E, quando avrete finito, mandatemi le vostre foto.
Come sempre, creerò un album apposito sulla pagina Facebook.

Mi preme sempre ricordare a tutti che il Baratollo del Sorriso è solo un gioco e non una gara a chi legge di più!

Siete pronti? Io sto qui e aspetto i vostri barattoli!




venerdì 1 gennaio 2016

Recensione "Terapia di coppia per amanti di Diego De Silvia - Einaudi

By On gennaio 01, 2016
terapia di coppia per amantiSINOSSI

Terapia di coppia per amanti è un romanzo a due voci, maschile e femmile, che si alternano a raccontare la loro storia mente la vivono, perché <<ci sono fasi dell'amore in cui la realtà diventa un punto di vista, generalmente quello di chi lo impone>>. Due adulti sposati (non tra loro) che si ritrovano uniti da una passione incontrollabile e da un amore coriaceo, particolarmente resistente alle intemperie.
Viviana è sexy, vitale e intrigante, e ha un notevole talento per i discorsi intorcinati. È combattuata fra restare amante e alleviare così le infelicità matrimoniali o sfasciarsi la vita per investire in un'altra. Modesto è meno chic, decisamente più sboccato e sbrigativo nella formulazione dei concetti, ma abilissimo nell'auto-assoluzione. Spara battute a spoposito per svicolare, e fa pure ridere. Moderatamente vigliacco, aspirerebbe alla prosecuazione a tempo indeterminato della doppia vita piuttosto che a un secondo matrimonio, visto che già il suo non è che gli piaccia granché.
È nella crucialità del dilemma che Viviana trascina Modesto dall'analista, cercando una possibilità di salvezza per il loro rapporto ormai esasperato da confliti e lacerazioni continue.
Il dottore è spiazzato nel trovarsi di fronte una coppia non ufficiale, libera da vincoli matrimoniali e familiari, che non ha nulla da perdere al di là del proprio amore. Accetterà l'incarico per questa ragione, trovandosi nel mezzo di una schermaglia drammatica e ridicola insieme, e rischiando di perdere la lucidità professionale.
Tenero e cinico, divagante, vero, capace di usare la leggerezza come arma contundente, Terapia di coppia per amanti è un'immersione nelle complicazioni dei sentimenti, nei conflitti che apriamo continuamente per la paura (che tutti conosciamo per averla provata almeno una volta) di affidarci all'amore e dargli mandato a cambiarci la vita.

TITOLO: Terapia di coppia per amanti
AUTORE: Diego De Silva
EDITORE: Einaudi
DATA DI PUBBLICAZIONE: 27 ottobre 2015
PAGINE: 288
ISBN: 9788806226664

TRAMA 8
PERSONAGGI 8
STILE 9
INCIPIT 9
FINALE 9
COPERTINA 7


Novità nella Stanza Librosa Dicembre 2015 + To Be Read Gennaio 2016

By On gennaio 01, 2016

Buongiorno a tutti! Capodanno o meno, io, come ogni primo giorno del mese, sono qui col mio post di novità e riepiloghi!
Ho chiuso il 2015 con 84 libri letti per un totale di 26597 pagine (decisamente tanti in meno rispetto al 2014) e, per quanto riguarda il blog 192 post pubblicati e taaaaaanti nuovi Lettori Fissi!
Adesso mi rimbocco le maniche e cercherò di migiorare in tutto per  questo 2016 appena iniziato!