Enter your keyword

venerdì 2 settembre 2016

Recensione "L'avventuriera" di M. C. Beaton - Astoria

Nuovi inquilini affittano 67 Clarges Street in vista della Stagione: sono Mr Goodenough e sua nipote Emily. Lui goffo e sonnacchioso, lei bellissima, elegante, ma dal lessico talvolta grossolano. Le voci sul fascino e sulla ricchezza della nuova arrivata si spargono in fretta tra il ton, ma il fatto che nessuno abbia mai sentito nominare prima né lei né la sua famiglia rischia di condannarla all’ostracismo sociale. Per fortuna di Emily, il maggiordomo Rainbird e gli altri domestici di 67 Clarges Street intervengono per aiutarla a procacciarsi inviti mondani e un nobile marito, in un turbinio di situazioni che faranno sbocciare l’amore anche in seno alla servitù.



Titolo: L'avventuriera
Autore: M. C. Beaton
Titolo originale: The adventuress
Traduzione a cura di: Simona Granelli
Editore: Astoria
Data di pubblicazione: 18 febbraio 2016
Pagine: 184

Trama: 4  Personaggi:  4  Stile: 4  Copertina: 4 


Ed eccoci giunti al quinto capitolo della vita al numero 67 di Clarges Street e alle vicissitudini dei suoi domestici!
Come sempre, la Stagione londinese sta per iniziare e i nostri domestici sono ad un passo dall' esaudire il loro sogno: avere abbastanza risparmi per acquistare un Pub e smettere di far parte della servitù.

Questa volta la residenza londinese verrà presa in affitto da Mr Benjamin Goodenough e sua nipote, la bellissima Emily. Peccato che i due non siano affatto dei nobili...
Cosa si nasconde dietro questi personaggi? E cosa accadrà ai nostri domestici?

Rispetto ai quattro romanzi precedenti, questa volta c'è una crescita notevole sia nella storia che nella vita dei vari domestici.
Sembra quasi che l'autrice ci instradi a quella che sarà la conclusione della serie, ampliando lo sguardo sulle vicissitudine di Mr Rainbird, il maggiordomo, e di tutti gli altri.
Pian piano scopriremo quali sono i loro sogni reali, le loro aspirazioni e le loro ambizioni. Ci renderemo conto, forse con un filo di tristezza, che questa famiglia che hanno creato, scegliendo di non separarsi mai, di perseguire lo stesso obiettivo, probabilmente va stretta un po' a tutti, che ognuno di loro ha sogni segreti che non ha mai confessato agli altri componenti della servitù e che non contemplano la gestione di un Pub.

Pagina dopo pagina, la storia si apre in maniera naturale verso la conclusione, facendo apparire per la prima volta, il reale proprietario della dimora di Clarges Street.
A questo punto, sono davvero curiosa di scoprire quale sarà la conclusione di questa serie, di capire che strade prenderanno i personaggi a cui, libro dopo libro, è impossibile non affezionarsi almeno un po'!

16 commenti:

  1. Lo sai, con le serie lunghe io mi trovo sempre in difficoltà nello scrivere le recensioni. Arrivati al quinto capitolo non si è già detto tutto o quasi? No, evidentemente no! Bella recensione! Uhm... Che debba iniziarla pure io questa serie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vantaggio di questa serie è che, ad ogni romanzo, cambiano i protagonisti, quindi tende a non essere ripetitiva! Magari facci un pensierino per la tua prossima vita!

      Elimina
  2. Non so perché, ma questa serie non mi attira. Eppure sembra godibile. Mah...boh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma se una cosa non ispira, meglio lasciar stare!

      Elimina
  3. Invece a me non è piaciuto molto. La mia preferita, in attesa di conoscere la Vendetta di Rainbird, rimane la Madrina. Conto di tornare presto m, per l'ultima volta, a Clarges Street. 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello di questa serie è che ad ognuna di noi è piaciuto un romanzo diverso!!!

      Elimina
  4. Ciao! Io ho letto per puro caso un libro di questa serie (non ricordo il titolo) e l'ho trovato davvero grazioso..mi sono ripromessa di reperire e leggere tutti i libri della serie ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi non mi resta che augurarti buona lettura!

      Elimina
  5. Ciao Laura! Allora devo andare avanti, letta la tua recensione.
    Mi ero un po' fermata... cambiando completamente genere.
    Hai rintuzzato il mio interesse!
    Ciao e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina e buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  6. Ciao Laura! Allora devo andare avanti, letta la tua recensione.
    Mi ero un po' fermata... cambiando completamente genere.
    Hai rintuzzato il mio interesse!
    Ciao e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  7. L'ho appena finito e anche a me ha divertito. P. S. Il baco da seta per adesso è il mio preferito tra i tre di Galbraith.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo! Per adesso mi sta piacendo più del primo, forse anche perché ambientato nel mondo dell'editoria!

      Elimina
  8. Ciaooo! Eccomi qui..oggi tutto di corsa. Di questa serie ho letto solo la perdida madrina e penso mi fermerò, però le tue recensioni le leggo tutte.
    Non è che non mi piaccia la serie, ma la vita è breve ecc.ecc
    :-)
    Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lea, che dici? Proviamo a fare una petizione per avere una vita supplementare solo per leggere? Magari ci accontentano!!!

      Elimina