image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

QUARANTA

Quando hai 10 anni e guardi un quarantenne, lo vedi come un anziano, una persona più che adulta, quasi un vecchio!
Io ricordo che a 10 anni, mentre scorrazzavo nel parchetto vicino casa *tu, al parco, con la gente* con le mie amiche del cuore, risalendo lo scivolo al contrario e cercando di arrivare sempre più in alto con l'altalena, guardavo i quarantenni che mi circondavano e li vedevo davvero come gente "vecchia".
La mia maestra delle elementari, a pensarci bene, a quei tempi era proprio in quella fascia di età lì e a me sembrava una donna tanto bella (e bella lo era davvero!), ma anche tanto vecchia! *salve maestra! Le sono tanto vicina*
A dieci anni non hai neanche idea di come potresti essere tu a 40 anni. O meglio, ne hai un'idea vaga e ti vedi anche tu come un vecchio!

A vent'anni, ovviamente, sei più cosciente. Hai già percorso un pezzetto della tua vita, hai raggiunto qualche traguardo, hai la patente, un diploma, magari ti sei anche iscritto all'università. E i quarantenni altro non sono che persone più adulte. Ma sono anche persone con cui hai poco in comune: in buona parte sono sposati o almeno convivono; la maggior parte di loro ha dei figli e i vostri stili di vita sono completamente diversi. Insomma, li guardi ancora con una certa diffidenza e ti chiedi come sarai tu alla loro età!
A trent'anni, per quanto mi riguarda, ero già sposata da un po' e mamma da un paio d'anni. Di sberle ne avevo presa più di una e avevo anche tirato qualche calcio alla vita. 
La mattina mi guardavo allo specchio e pensavo che, tutto sommato, così adulta non apparivo! *tanto per capirci: in questa foto eri vestita vero??*

Oggi mi sveglio e ho quarant'anni. E boh! Qualche giorno fa ho scritto ad un amico che i quaranta li ha compiuti da un paio d'anni e gli ho detto: "Ma io non me li sento!". E lui mi ha risposto che è così che funziona.
E mi sa che ha ragione, perché se mi guardo allo specchio mica mi sembra di avere 40 anni!
Quando ero piccola i quarantenni erano gli adulti, tanto adulti. Quelli seri, composti, quelli che ti dicevano di spegnere la tv, di non stare troppo in acqua quando eri al mare, di fare i compiti, di salutare quando entravi in una stanza. Insomma, erano quelli seri! *no, non lo sei, tranquilla*

Adesso guardatemi... Vi sembro così, io? Io sono l'apoteosi della minchioneria! Faccio a gara con mio figlio a chi finisce prima un tubo di Pringles, mando mio marito a comprarmi gli smalti e lo costringo a fotografarli tutti per scegliere il colore che mi piace di più *per poi comprare il colore che hai già ma di mezzo tono più chiaro, è quel mezzo tono che fa la differenza*, le mie telefonate mattutine con Laura e Baba sono qualcosa di indescrivibile per la quantità di cretinerie che ci vengono fuori (e non parliamo delle chat serali, che se prendono il via dopo le 23 sono un degenero totale!) *shhhhh non si dice... ah lo sanno già?*.
Io sono quella che fa le gare con la Bacci per vedere chi riesce ad insultare di più l'altra (ti voglio bene, Baccina mia!) e, nello stesso momento, nella stessa chat, manda baci e smancerie alla sua socia Lea!
Le mie conversazioni whatsapp con Alice Basso sono degne di una puntata di Zelig (vero, Alice?) e le mail che mando a certi uffici stampa con cui sono un po' più in confidenza hanno livelli di idiozia tali che dovrebbero smettere di collaborare con me solo per quello (scherzo, eh!).

Insomma, io non sono come i quarantenni di quando ero piccola. Non sono seria (o almeno, non lo sono per il 90% del tempo *fa 99%*), non sono posata, passo il tempo davanti al computer o, comunque, con un iPad o un iPhone in mano, perché ho un blog e sono costantemente connessa!
Quando entro in una libreria mi sento come una Principessa nel suo castello; vivo di cotte letterarie, voglio sposare Cesare Annunziata (e se non sapete chi è, sono problemi vostri!), faccio la stalker di Lorenzo Marone e ho costretto mio marito a mollarmi una stanza di casa solo perché i miei libri devono stare comodi!

Ok, devo farmene una ragione: oggi compio quarant'anni. Quindi? Che cambia? Tra poco arriverà il messaggio della mia lettrice spagnola e cominceremo la nostra lunga conversazione quotidiana. Poi scriverò a Lorenzo, che vuoi mai che non gli scriva per un giorno? Il ruolo di stalker va curato e mantenuto. Poi magari sentirò Alice e tireremo fuori le nostre solite cretinate.
E poi tutto il resto: Laura, Dany, Anna Rita, Stefania, Lea, Chiara, Baba... A me che cambia se ieri avevo 39 anni e oggi ne ho 40? Cambia il numero, la decina. E poi? Io mi sento come ieri, anzi forse meglio!

Guardo davanti a me e vedo tante cose. Mi guardo attorno e vedo amiche che, qualche anno fa, qualche mese fa, non c'erano. E se per averle dovevo arrivare a 40 anni, allora ben venga!
Ho la fortuna di essere circondata da persone che mi vogliono bene (e mi chiedo perché ogni giorno! Bacci, ti ho vista!) e che mi prendono per quella che sono: una pignola, rompiscatole, egocentrica e senza peli sulla lingua; una che non le manda a dire! Quindi non posso neanche dire che ho deciso di eliminare dalla mia vita le persone che non mi accettano perché, per fortuna, quello l'ho già fatto da un bel po'!
E allora per questo compleanno così importante ho deciso di farmi dei regali particolari (tanto ai libri ci hanno già pensato molti di voi, GRAZIE!!).
Uno su tutti è un tatuaggio (anzi, due!): ho deciso di tatuarmi qualcosa che volevo da tempo e qualcosa che, invece, ho cercato con insistenza e che mi ricordasse proprio questo giorno, questo traguardo, questo pezzetto della mia vita! Ma non vi dirò nulla, dovrete solo aspettare pazientemente, come sto facendo io... perché il mio tatuatore ha sempre tanto lavoro, quindi passerà ancora qualche giorno! Stay tuned!

*Ehi ferma lì! Dove pensi di andare?? Che credi, che sto qui, faccio la voce fuori campo, dico due minchionate e  me ne sto zitta in un angolo? No no cara mia! Oggi fai 40 anni... Sei taaanto più anziana di  me, ma taaaanto. Eppure non ti vedo vecchia e come potrei? Facciamo a gara in chat su chi ha ragione, ci salutiamo tutte le mattine con un "Ci sentiamo a merenda" che manco quando avevo 10 anni, ci spediamo a vicenda post it con gufi, penne, matite, nastrini colorati, per non parlare la visone in parallelo dei Minions... No, è ufficiale, avrai pure 40 anni ma non sei vecchia! Buon compleanno sorella... va beh diciamo sorella maggiore però*


Share this:

CONVERSATION

47 pensieri dei lettori:

  1. tanti auguri!!!! io li ho compiuti un mese fa... ma è da quando ne avevo 30 che che faccio finta di niente... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh io invece me li sto godendo! Alla fine, dicono tutti che non li dimostro affatto, io non me li sento, quindi perché non dirlo e prenderla come viene?!

      Elimina
  2. C'è una spiegazione scientifica a tutto ciò: la minchionaggine non invecchia, se ne sei provvista alla nascita fino ai 15 anni resta latente, poi esplode e lì rimane. Te lo dice una che quando si guarda allo specchio si dice da sola quanto è minchiona...e ride! E fra qualche mese cambio decina anch'io, la tua l'ho già finita.
    E comunque non si fa così: mesi e mesi di insulti buttati al vento...ti voglio bene anch'io e sono felice che la vita ci abbia fatte incontrare. Ora goditela perché passeranno altri 10 anni prima che te lo ripeta!
    Ah sì! Buon compleanno, carogna mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ma almeno oggi lasciati voler bene, no?!

      Elimina
  3. Tanti auguri my dear! Ci sono troppe lacrime perché riesca a scrivere qualcosa di sensato... :*

    RispondiElimina
  4. Tanti auguri zia Libridinosa (non dico "zia Laura" perché di "zia Laura" ne ho già una) e tanti, ma tanti, tanti auguri alle tue fortunate orecchie!!! Eh sì, sono della vecchia scuola: insomma, se tu compi gli anni, io ho il dovere inappuntabile di tirarti le orecchie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le orecchie a me non le tira nessuno!!! Grazie, tesoro bello!

      Elimina
  5. Capitano, in questo oceano virtuale, sono contenta di essere approdata sulla tua isola. È bello lasciarsi consigliare da un vecchio lupo di mare come te. Ancora tanti auguri!
    Un bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Noi il dizionario cita:
      Che ha lunga pratica ed esperienza.
      Ahahah

      Elimina
  6. Ohhhh salve mammix, tanti tanti auguri - e comunque ho provato a telefonarti stamattina nell'unico momento libero ma sarai circondata da ammiratori, adesso sei vippa - Da quando ho un genitore un po' malaticcio ci stiamo sentendo poco, ma quando si raggiunge un tale grado di confidenza la quantità non è necessaria, per il momento almeno, anche perchè abito dempre a 250 km da casa mia eh...Vabbè senti, stai tranquilla ne hai 40 ma hai la pelle come il culo di un bambino, ne compi 40 ma giochi come una bimba di 8 anni, ne hai 40 ma stai tranquilla che ami le feste come mio padre che ne compirà 74 a giorni, ne compi quaranta ma sei abitudinaria come le vecchiette del lieto tramonto, quindi tranquilla, in qualunque caso, che tu ne dimostri di più o di meno...le quattro decine non fanno per te ah ah ah ah ti voglio bene ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  7. Tanti auguri a una delle mie blogger preferite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che ti accontenti di poco, eh!!! Grazie <3

      Elimina
    2. Senso dell'umorismo, buon gusto, obbiettività, sintesi e autoironia. Non è poi così poco. Auguri!

      Elimina
  8. Auguri amica mia, anche io penso che non esistano più i quarantenni di una volta, la nostra generazione ride troppo e sminchioneggia a profusione. Ma è meglio così, non sentirli e andare avanti, soprattutto essere soddisfatti. Anche se è poco che ti conosco, ti voglio bene.

    PS Dimenticavo la cosa più importante: grazie di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, c'eri quasi riuscita, mannaggia! Vabbè, per oggi te lo concedo!
      Grazie, ti voglio bene anch'io <3

      Elimina
  9. Auguriiii
    Ma sai che a leggere mi sono commossa
    Io che tra qualche mese ti raggiungerò in età perché in minchioneria ci sono già.
    Auguri di cuore cara Laura!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Chicca! E preparati, che i 40 sono una figata pazzesca!

      Elimina
  10. Tanti tanti auguri di buon compleanno anche da parte mia! Hai ragione, l'importante è l'età che ci si sente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ecco! Allora adesso vado a farmi il corredo scolastico!

      Elimina
  11. Io i 40 li ho compiuti da un po'..ma la testa a posta mica l'ho messa! hai una lunghissima strada piena di minchionerie davanti a te, fattene una ragione. Funziona così. Auguri ancora, Soavissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Roby! Lo dici tu alla Bacci che ho una lunga strada davanti?!

      Elimina
  12. Io mi sono commossa! È proprio come scrivi. Comunque oltre a non sentirteli neanche li dimostri e le donne di fannie Flagg sono lì che ci fanno ciao ciao per indicarci la via. Towanda sempre.
    Baci tua Lea

    RispondiElimina
  13. Tanti auguri Laura Libridinosa!!! Benarrivata nel club delle gnaggnanaenni che se ne sentono dieci di meno (come minimo), che continuano a ridere di cretinate, che non si prendono sul serio, che indossano ancora jeans stracciati e all star, che ballano da sole in mutande quando in casa non c'è nessuno e che rubano le patatine ai bambini! No, quelle 40 enni la, quelle della nostra infanzia, non esistono più! Evviva!

    RispondiElimina
  14. Che bel post. Tanti auguri. .

    RispondiElimina
  15. Tantissimi auguri Laura! Anche se io sono molto lontana dai 40, questo post mi è piaciuto tanto XD

    RispondiElimina
  16. Augurissimiiiii!!!
    Sposo in pieno tutto quello che hai detto. Ne ho quasi 38 ma la testa di un'adolescente e tra 2 anni non sarà cambiato nulla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, vedrai! Tra due anni sarà ancora peggio!!!

      Elimina
  17. auguri tantissimi, (accetti anche se in ritardo?) e seguendo sempre i tuoi ottimi consigli, ieri ho finalmente acquistato "la tristezza ha il sonno leggero" e "la tentazione di essere felici".
    grazie sempre e ancora auguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che li accetto!!! E sappi che l'autore è stato prontamente avvisato =D

      Elimina
  18. Ciao Laura, anche se con un giorno di ritardo, ti faccio i miei migliori auguri di Buon compleanno :) Secondo me i Quaranta sono un bel traguardo, soprattutto se vengono raggiunti con lo spirito giusto.. lo spirito che hai tu ;) Gli anni passano (ogni anno) l'importante è come ci si sente dentro :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, io ho proprio lo spirito giusto: quello di una minchiona!!!
      Grazie per gli auguri e per la tua presenza, è sempre un piacere averti qui!

      Elimina
  19. Ciao Laura!!!! Manco da tanto l oso ma sono stata assente per mesi.....ma ora sono ritornata definitivamente... Ora sono un donna sposata e con una casa tutta nuova mia e del mio maritino!!!..... Che dire AUGURISSIMI!!!... 40 anni e non dimostrarlo!!!.. Sei davvero divertentissima... Adoro leggerti!!!
    Ancora auguri e un bacione grande! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma così me le dici le cose, tu?! E allora auguri anche a te, soprattutto a te! Ti auguro tanta felicità e che tutti i tuoi sogni si possano realizzare!

      Elimina
  20. Auguri...anche se in ritardo spero tu li accetti ugualmente! Ti conosco ancora poco, ma dalle tue parole posso sicuramente confermare che sei una 40enne giovane e pimpante..sì giovane! Ormai secondo me la definizione di adulti come la si poteva intendere un tempo si è spostata di qualche decina d'anni...abbondante!!! Non per questo i "giovani adulti" di oggi sono meno seri di quelli di qualche generazione fa, gestiscono diversamente le proprie responsabilità, in maniera più libera, meno apprensiva. Il tuo articolo mi ha fatto riflettere e potrei farci l'alba a scrivere le mie idee a riguardo, ma forse non è il caso...è il caso piuttosto di farti nuovamente tanti auguri.
    ILaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In ritardassimo anch'io nel ringraziarti! Scusa, ma questo caldo folle mi ha stare lontana dal computer :(
      Però concordo in pieno col tuo pensiero: i quarantenni di qualche anno fa erano sicuramente diversi, più seri, forse anche più maturi, chissà!

      Elimina