image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Parole nel cuore #8


di
Katarina Bivald

PAGINA 317


Il profumo dei libri rilegati e dei tascabili era differente, ma lo stesso valeva per le edizioni economiche, per i tascabili svedesi e quelli e americani. I classici, per esempio, avevano un odore tutto loro. Anche i libri di testo ne avevano uno particolare: quelli universitari erano diversi da quelli per le scuole elementari. Che a loro volta, però, erano simili a quelli per le scuole serali: emanavano lo stesso odore di aule vecchie, stanchezza e aria viziata.
Il profumo più intenso, in ogni caso, era quello dei libri nuovi. Sara immaginava che, logicamente, quando un volume veniva aperto, letto e sfogliato, il suo odore si attenuasse. Era una convinzione tuttavia solo teorica: in realtà era convinta di sentire il profumo di avventure ed esperienze che aspettavano solo lei.

Share this:

CONVERSATION

2 pensieri dei lettori:

  1. E' nel mio kobo da molto ma ancora non ho avuto occasione di leggerlo...

    RispondiElimina
  2. Ogni libro ha il suo profumo, inebriante...a nessuno verrà in mente di creare una fragranza da spruzzare che sappia di carta e inchiostro????!

    RispondiElimina