image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Recensione “La ricamatrice di segreti” di Kate Alcott - Tea

SINOSSI

Tess, giovane sarta stanca di passare le giornate a ricamare per pochi spiccioli, ha deciso di cambiare la sua vita e per ricominciare decide di imbarcarsi sul Titanic... Grazia a una piccola bugia riesce a convincere Lady Duff Gordon, famosa stilista, ad assumerla come cameriera personale. Sia Tess sia i suoi nuovi padroni si salveranno dal tragico naufragio del Titanic, ma una volta arrivati a New York verranno alla luce verità sconcertanti su quella terribile notte...

TITOLO: La ricamatrice di segreti The Dressmaker
AUTORE: Kate Alcott
TITOLO ORIGINALE: The dressmaker
TRADUZIONA A CURA DI: Roberta Zuppet
EDITORE: Tea
DATA DI PUBBLICAZIONE: 22 marzo 2012
PAGINE: 400
ISBN: 9788867020119

TRAMA 8
PERSONAGGI 7
STILE 8
INCIPIT 8
FINALE 7
COPERTINA 7


Piacere Libridinoso

1748 Letto in 3 giorni

2223 passeggeri. 706 superstiti. Questo è il tristemente noto bilancio che accompagna la storia del Titanic.
Ed è proprio dalla famosa nave inaffondabile che prende il via la storia di Tess e di Lady Lucile Duff Gordon, i cui destini si incroceranno sul ponte di imbarco.
Tess è una ragazza che, per vivere fa la cameriera, ma il cui sogno, in realtà, è quello di diventare stilista.
Saputo della partenza del Titanic, Tess decide di abbandonare tutto e di cercare un modo per imbarcarsi e cambiare vita. Il caso vuole che, trai passeggeri che stanno per salire sul Titanic, ci siano Lady Lucile Duff Gordon e suo marito, Cosmo Duff Gordon.
Lady Lucile è una famosa stilista e, grazie a lei, Tess riuscirà a coronare il suo sogno: partire per l’America e, per di più, alle dipendenze di una delle più famose stiliste dell’epoca.

A differenza di molti altri romanzi, in questa storia il Titanic rappresenta solo uno scenario che farà da base alla narrazione delle vicende di Tess e Lady Duff Gordon. Così, con lo sfondo delle udienze che si tennero per decretare i responsabili della tragedia, vedremo Tess dover scegliere tra l’essere leale ad una persona che l’ha ingannata, ma grazie a cui è arrivata sino in America, o la sua dignità di persona.
Mi è piaciuto molto il modo in cui l’autrice è riuscita a miscelare perfettamente la storia del naufragio del Titanic con la direzione che prenderanno le vite di Tess e di Lucille. Il Titanic non diventa mai ingombrante durante la narrazione, lasciando il giusto spazio ai personaggi. Personaggi che, personalmente, nel bene e nel male, non hanno suscitato in me alcuna empatia.
Tess mi è spesso apparsa troppo accondiscendente nonostante il suo continuo ribadire di non voler più accettare compromessi.
Su Lady Duff Gordon c’è poco da dire: arrogante, saccente, lunatica, boriosa, ha preferito sacrificare delle vite piuttosto che accogliere altre persone sulla sua scialuppa.

Un bel romanzo, scritto bene, scorrevole, da cui traspare un’ottima documentazione storica da parte dell’autrice.

Share this:

CONVERSATION

24 pensieri dei lettori:

  1. Titanic è un colpo al cuore! In qualsiasi situazione, e la storia sembra molto carina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo è. Soprattutto per la capacità dell'autrice di non far amare a tutti i costi i personaggi nonostante la tragedia a cui sono scampati.

      Elimina
  2. Anche fa solo da sfondo, il Titanic ha sempre un certo peso e m'intriga molto l'idea di leggere una storia costruita su questo terribile avvenimento. Che dici fa per me?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che questa volta non saprei risponderti? Forse è più un no che un sì.

      Elimina
    2. Mmm allora non sono più tanto convinta...o faccio la solita testona? ;-)

      Elimina
    3. Credo che questa volta dovresti ascoltarmi!

      Elimina
  3. Le tue recensioni sono sempre molto interessanti. La mia wishlist sta aumentando sempre più anche grazie a te. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenta! Potresti rimanderebbe sommersa dai libri!

      Elimina
    2. Troppo tardi. Ha già superato la soglia dei 500 :-)

      Elimina
    3. Eh si. Ogni volta che vado in libreria ne compro 10 ma ne segno altri 30 XD

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Avevo già notato questo libro, il titolo è intrigante. Ho letto con piacere la tua accurata recensione e credo proprio che lo leggerò :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io, come sempre, aspetterò la tua recensione!

      Elimina
  6. mi attira molto questo libro, la tua recenzione mi ha convinto in pieno a leggere questo libro, mi piace anche il tuo blog. Ne ho uno anche io, se ti va passa a farmi visita, intanto aggiungo il tuo blog tra i miei blog preferiti, grazie e buona domenica :)
    http://graphycmagic.blogspot.it/

    RispondiElimina
  7. diciamo che l'ambientazione non stuzzica la mia curiosità, però bella recensione! :)

    RispondiElimina
  8. Ci farò un pensierino ;) ciao Maria

    RispondiElimina
  9. Che bello , mi hai convinto a leggerlo subito. Me l'hanno regalato a Natale, e non l'ho ancora aperto (troppi libri da leggere) :)

    RispondiElimina
  10. Ciao Laura,
    ti ho trovata ieri e ormai sto curiosando tra tutte le tue recensione e man mano mi segno i libri da comprare...ma sai che non ho ben capito se questo libro ti è "piaciutissimo" o no? ...Alla fine scrivi "Un bel romanzo, scritto bene, scorrevole, da cui traspare un’ottima documentazione storica da parte dell’autrice." ..MA DAL PEZZO PRECEDENTE... non mi sembra che ti abbia APPASSIONATO...
    Allora non so...LO CONSIGLI ..O è UNO "SNI" ?!?
    ( Se sono io che sono tonta perdonami :-D ..ma leggendo che i personaggi non hanno suscitato in te empatia....ecco a sto punto...ho dei dubbi sul libro...)
    Complimenti per il tuo lavoro e ...magari non commenterò sempre ma continuerò sicuramente a seguirti con piacere !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, partiamo dal voto. Ho dato un 4, quindi sì, mi è piaciuto. Ovviamente ti direi di comprarlo solo se ami i romanzi di ambientazione storica ;)
      Spero di risentirti presto!

      Elimina
    2. ok allora ci siamo ... ADORO I ROMANZI DI AMBIENTAZIONE STORICA !!!
      Anzi ..posso suggerirti qualcosa?! Se ti incurosisce puoi leggerlo e poi fare la recensione (non le ho guardate tutte, ma moltissime e penso tu non l'abbia mai letto : LA DONNA IN BIANCO,scritto da Wilkie Collins ( 1824-1889, caro amico di Charles Dickens ). Io non lo conoscevo ..poi ho letto che è il "padre dei moderni polizieschi".
      Il libro è bello grosso, ma mi è piaciuto talmente tanto che non riuscivo a smettere e volevo andare sempre avanti..avanti ..avanti...
      Il mistero c'è ( anche se non è un vero e proprio giallo ) e i personaggi sono descritti benissimo e nei loro caratteri sono persino attuali.
      Io te lo consiglio , poi magari puoi dire la tua e consigliarlo o meno alle tue lettrici ;-).
      Collins ne ha scritti tanti altri e ancora non li ho letti, ma lo farò sicuramente perchè mi davvero rapita :-)
      Ciao Laura ..manca poco al week-end, per cui ti mando i migliori auguri per una Pasqua serena insieme alla tua famiglia!

      Elimina