Enter your keyword

martedì 20 gennaio 2015

Parole nel cuore #1

Prima puntata di questa nuova rubrica, quindi, è doverosa una piccola spiegazione.
Cos' è Parole nel cuore ? Dovete sapere che anch'io, come molti lettori, quando ho un libro tra le mani, solitamente ho anche una matita. Ci sono frasi, passaggi, pezzi di libri che mi restano dentro, che danno il via a tanti pensieri e tante riflessioni. Altre volte, invece, mi fanno sorridere, ridere a crepapelle, piangere.
Così ho pensato di condividere con voi questi stralci di libri che ho amato. Alcune volte mi limiterà a riportare dei passaggi, delle frasi. Altre volte, invece, questi passaggi saranno uno spunto per mettere a nudo i miei pensieri e per fare quattro chiacchiere con voi!

In questa prima puntata vi riporto un passaggio di

Pomodori verdi fritti al Caffè di Whistle Stop

di

Fannie Flagg

PAGINA 265

BIRMINGHAM, ALABAMA
13 settembre 1986

Il sabato, quando Evelyn Couch andava a fare la spesa, prendeva sempre la Ford LTD di Ed, perché era più spaziosa, ma era anche più difficile da parcheggiare. Adesso aspettava da ben 5 minuti che un anziano signore caricasse le buste nel bagagliaio, impiegasse altri tre minuti per salire a bordo, trovasse le chiavi e finalmente liberasse il parcheggio. Evelyn stava per occuparlo quando una Volkswagen rossa e piuttosto ammaccata sbucò da dietro l'angolo e si infilò nello spazio appena lasciato libero.
ne scesero due ragazzine magre come chiodi, con i jeans tagliuzzati e le scarpe da tennis. Ruminando la loro gomma da masticare, sbatterono la portiera e passarono come se niente fosse, accanto a Evelyn.
Lei abbassò il finestrino e disse a quella con la maglietta ELVIS NON È MORTO: "Mi scusi, ma stavo entrando io in quel parcheggio." La ragazza la guardò con una smorfia. "Diciamolo pure, signora. Io sono più giovane e più svelta di lei" e con questo entrò con l'amica nel negozio.
Evelyn rimase seduta a fissare la Volkswagen con sul paraurti posteriore la scritta NON SEGUITEMI, MI SONO PERSO ANCH' IO.
Dodici minuti più tardi la ragazza e l' amica uscirono appena in tempo per vedere i quattro coprimozzi della Volkswagen volare attraverso il parcheggio mentre Evelyn tamponava violentemente l' auto, faceva retromarcia e la tamponava di nuovo. Quando le due ragazze, isteriche, raggiunsero il loro mezzo di trasporto, Evelyn lo aveva quasi demolito. Quella più alta cominciò a dare in escandescenze.
"Mio Dio! Guardi cos' ha fatto! È impazzita?"
Evelyn si sporse dal finestrino e, in tutta calma, rispose: "Diciamolo pure, tesoro, sono più vecchia di te e l' assicurazione mi copre più danni" e con questo se ne andò.
Ed, che lavorava in una compagnia d' assicurazioni, fece in modo che le fossero risarciti tutti i danni, ma non riuscì mai a capire come mai la moglie avesse tamponato sei volte per errore la stessa auto.

Ho amato questo libro, tutto, in ogni sua parte. Ma devo ammettere che questa scena è una di quelle che mi è rimasta più addosso. Ancora riesco a vedere davanti ai miei occhi la povera Evelyn che, per errore, tampona la stessa auto per sei volte! E ancora rido come una matta ripensandoci!

Voi avete letto questo libro? Vi è piaciuto? C'è una parte che vi è rimasta più nel cuore rispetto ad altre?

12 commenti:

  1. ahahahaahah fantastico questo passaggio!!! E assolutamente straordinaria la rubrica! Adoro il nome che le hai dato. Brava!

    RispondiElimina
  2. Una scena descritta magistralmente, mi sembrava di vederla Evelyn mettere retro e prima ripetutamente! Che stile voglio leggerlo! Ammetto che anche a me è successo che mi fregassero un parcheggio così, ma fortunatamente non ho parenti nelle assicurazioni e ho controllato il mio istinto animalesco! Complimenti Laura, una rubrica che spazia senza limiti, da ottimi consigli e la possibilità di conoscerci un po' di più. Ottimo lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, stellina mia! Ovviamente, sai che questa rubrica è aperta a te così come alle altre =D

      Elimina
  3. Io non ho ancora letto questo libro, ma sono felice che il bookcity di Milano ti abbia ispirata! Hai comprato davvero dei bei libri :-) Non vedo l'ora di leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa più bella del Bookcity siete state voi! I libri, per una volta, sono passati in secondo piano!

      Elimina
  4. Non ho ancora letto nulla della Flagg, prima o poi vorrei farlo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io avevo mai letto nulla di suo. L'approccio è stato fantastico e credo che diventerà una di quelle autrici con un posto fisso nella mia libreria.

      Elimina
  5. In bocca al lupo per la nuova rubrica!!! Davvero carina! Ottima scelta di iniziare con la Flagg ;) ciao Maria

    RispondiElimina
  6. Non ho mai letto niente della Flagg ma questo passaggio mi ispira moltissimo. Inserisco il titolo subito in wishlist ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Aspetto di sapere se piacerà a te tanto quanto è piaciuto a me!

      Elimina