image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Pagina 69 #6-2014

64102_508634949204915_1924591245_n

Un libro a cui sono particolarmente affezionata perché, leggendolo, è nata in me l'idea di creare il blog!

Se per un anno una lettrice.
La vita un libro alla volta

di

Nina Sankovitch

se per un anno una lettrice

3.
Così tanta bellezza nel mondo

Stasera, ripensandoci, con il cuore e lo stomaco in subbuglio, mi dico che forse in fondo la vita è così: molta disperazione, ma anche qualche istante di bellezza dove il tempo non è più lo stesso...un sempre nel mai.

Muriel Barbery, L'eleganza del riccio

Cominciai a leggere L'eleganza del riccio di Muriel Barbey sul treno diretto a New York City il giorno del mio quarantaseiesimo compleanno. La giornata era cominciata con una colazione servita insieme a baci e abbracci, mentre pacchetti e biglietti d'auguri fatti a mano mi aspettavano sul tavolo. C'era il solito biglietto di mio figlio Michael con le sue candeline sulla torta accuratamente numerate, ciascuna disegnata con la sua fiamma. Era una torta di cui diffidare: così tante candele, così tanto fuoco. C'era un biglietto da parte dei gatti, firmato <<dai gatti>>, fatto da Jack. Abbiamo sempre avuto dei gatti, ma Jack non ha mai imparato i loro nomi.
Aprii i pacchetti che erano arrivati per posta negli ultimi giorni. C'era un biglietto dei miei genitori e uno da parte dei genitori di Jack, con accluso l'annuale assegno. Con più di cinquanta tra figli, nipoti, bisnipoti, generi e nuore, i genitori di Jack sarebbero potuti andare in bancarotta a forza di assegni di compleanno ma, finché ci riuscivano, il loro regalo arrivava sempre.
C'era un'ultima pila di biglietti da leggere, la serie dei cartoncini a forma di fungo di cui mio marito andava pazzo e che avevo imparato ad aspettarmi con impazienza. Lacrime e sorrisi insieme al caffè e ai toast con burro di arachidi. Ero grata per l'amore che ricevevo. Sapevo bene che in genere davo l'amore per scontato, proprio come davo per scontata la vita, e quel giorno volevo essere diversa. Avrei cominciato il mio anno di lettura con gratitudine.

Share this:

CONVERSATION

0 pensieri dei lettori:

Posta un commento