Enter your keyword

venerdì 6 dicembre 2013

Pagina 69 #21

64102_508634949204915_1924591245_n

Il libro che mi ha fatto conoscere la Gamberale

Viviamo tutti all'oscuro di qualcosa che ci riguarda.
Ho provato a farlo capire all'avvocato Pavarotti, ma lui non vuole sentire ragioni.
D'altronde è venuto qui solo per questo: per sapere.
<<Ma che c'entra quello che è successo oggi pomeriggio con quello che è successo undici anni fa?>> gli ho chiesto.
<<C'entra c'entra>> ha risposto Pavarotti (che di nome si chiama Luciano, ma del tenore no è parente neppure alla lontana).
Perché se adesso sono in carcere, secondo lui, la colpa –stringi stringi- e delle mie famiglie.
<<Com'è possibile crescere una ragazzina a segreti e bugie e poi pretendere che sappia distinguere il bene dal male?>> mi ha chiesto (ma in quel modo in cui, siccome la risposta è una sola, diventa inutile darla, e in questo caso immagino fosse: non è possibile crescere una ragazzina a segreti e bugie e poi pretendere eccetera eccetera).
Allora: <<Devi fidarti di me, Mandorla>> ha ripetuto due volte.
Ma il problema non è questo: l'unico lato positivo di essere finita qui è che ho scoperto di sapermi fidare benissimo.
Il problema è che a me pare un po' assurdo mettersi lì a raccontare a qualcuno: "Mi è successo questo e quest'altro e quest'altro ancora", come se dalla torre di controllo di quella...

La pagina 69 di oggi è tratta da

Le luci nelle case degli altri

di

Chiara Gamberale

Nessun commento:

Posta un commento