image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Recensione "Un uomo disponibile" di Hilma Wolitzer - Feltrinelli

un uomo disponibile
Titolo: Un uomo disponibile
Autore: Hilma Wolitzer
Editore: Feltrinelli
Data di pubblicazione:18 settembre 2013
Pagine: 283
Prezzo: 15.00 €
Versione e-book: 9.99 €

Trama: Perché mai una donna sana di mente dovrebbe prendersi la briga di interessarsi a un uomo non più giovane e stempiato, uno che insegna scienze alle medie e che, come passatempo, stira oppure fantastica per ore su come clonare la moglie defunta? È ciò che si domanda Edward Schuyler quando, scapolo "di ritorno", scopre che i figli hanno pubblicato un'inserzione a suo nome tra gli annunci per cuori solitari della sua rivista preferita.
Rimasto vedono a più di sessant'anni, il timido e riservato Edward è ben lungi dal sentirsi pronto a tornare sulla piazza e ad aprire il proprio cuore un'altra volta. Eppure, quando viene sommerso da lettere, telefonate e inviti, deve arrendersi all'evidenza: il mondo è pieno di donne in gamba, single e piacenti, ma un uomo in salute, gentile e "libero" è merce rara.
Diviso tra il senso di colpa all'idea di voltare le spalle al proprio passato e il bisogno di tornare a sorridere al futuro, riuscirà Edward a essere di nuovo disponibile e felice?

Voti:
Trama  7
Personaggi  7
Stile  7
Incipit  8
Finale  8
Copertina  9
Voto complessivo  7.7

La sinossi di questo libro ci fa credere che ci troveremo a leggere uno di quei libri sempre in grado di far sorridere un lettore.
Invece, non è così. O meglio, si sorride, ma si piange anche e, soprattutto, si riflette, anche se tutto viene fatto in leggerezza!
L'autrice ci racconta la storia di Edward Schuyler, professore di scienze in una scuola media, quasi sessantacinquenne, vedovo di Bee, morta a causa di un cancro al pancreas.
Edward e Bee si sono conosciuti e innamorati tardi. Da giovane, Edward era stato sul punto di sposare Laurel, una sua collega, insicura, gelosa, con notevoli scatti di rabbia che lo aveva abbandonato all'altare.
Dopo questa traumatica esperienza, Edward era diventato un farfallone, restio a qualunque tipo di impegno, sino al giorno in cui, durante il matrimonio di una coppia di amici, incontra Beatrice, detta Bee, divorziata malamente e con due figli a carico.
L'amore tra loro nasce e cresce ed Edward
da un giorno all'altro, era diventato un marito, un patrigno, un abitante dei sobborghi, un uomo con un mutuo, un osservate di uccelli e un pendolare. Non si era mai sentito così felice in tutta la sua vita.
Tutto va bene fin quando, improvvisamente, Bee scopre di avere un cancro al pancreas e muore.
I ragazzi sono ormai grandi; Nick è sposato e Julie vive fuori casa ormai da un po', quindi Edward si trova a dover fare i conti con un'improvvisa e alienante solitudine.
Sino al giorno in cui Julie e Amanda, la moglie di Nick, decidono di mettere un annuncio in una di quelle rubriche per cuori solitari
Uomo di scienza. Colto e gentile, stempiato ma attraente. Nostro padre, rimasto vedovo, è l'uomo ideale per la donna giusto. New Jersey/New York città.

Sarà così che Edward si troverà sommerso di lettere di aspiranti compagne: vedove, divorziate, single... A quanto pare, il mondo è pieno di donne in cerca di un compagno!
Inizialmente, Edward è un po' restio a rimettersi sul mercato, ma poi fa un tentativo e comincia ad uscire con varie donne.
E qui, ovviamente, scatta la prima riflessione: dopo tanti anni di matrimonio, quanto può essere difficile ricominciare da capo? Il matrimonio, che lo si voglia o meno, è anche una sorta di tana sicura, di abitudini consolidate, di complicità costruita nel tempo.
Ogni volta che Edward conosce una donna diversa, in lui si acuisce la mancanza di Bee
...quel senso di sicurezza, i deliziosi, equilibrati, prevedibili giorni del loro matrimonio.
Sarà un percorso lungo e non sempre facile quello che Edward dovrà affrontare prima di incontrare nuovamente la donna giusta.
Il libro è veramente carino, si legge velocemente e non stanca mai. Anche se, come detto, dalla sinossi ci si aspetterebbe di ridere molto, non posso affatto ritenermi delusa e devo ammettere che è stato uno dei migliori acquisti di quest'anno!

L'autrice: Hilma Wolitzer  è nata nel 1930 a Brooklyn, New York, e vive con il marito tra Manhattan e Long Island.
Ha iniziato la sua carriera letteraria con una raccolta di racconti e, in seguito, ha scritto numerosi romanzi. Ha tenuto corsi di scrittura all'Università di New York, alla Columbia e all'Università dell'Iowa, dove ha avuto tra i suoi allievi Michael Cunningham.
Ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il premio per la letteratura dell'American Academy of Arts and Letters, e borse di studio dalla Fondazione Guggenheim e dalla National Education Association.
La mia valutazione: Photobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image Hosting

Share this:

CONVERSATION

0 pensieri dei lettori:

Posta un commento