Enter your keyword

venerdì 2 agosto 2013

L'abito non fa il monaco. Oppure sì?

Questa settimana, Sussurriamo di venerdì pomeriggio!
Lo so che solitamente lo facciamo di sabato sera, ma si prevede un fine settimana di fuoco (in senso meteorologico), quindi anticipo ad oggi la nostra chiacchierata settimanale e vi avviso anche che, per le prossime 3 settimane, i Sussurri Libridinosi si prenderanno una pausa.
Io non vado da nessuna parte, tranne qualche gitarella in zona. Ma visto che questa rubrica nasce con l'intento di interagire con voi e visto che c'è ancora chi, fortunato, riesce ad andare in ferie, mi sembra giusto sospendere per un po' le nostre chiacchierate. Quindi ...
I SUSSURRI LIBRIDINOSI TORNERANNO ON-LINE
IL 31 AGOSTO!
Intanto, se avete argomenti da proporre, cose di cui volete parlare, dite pure: via mail o con un commento qui nel blog, io vi leggo sempre! E il mio taccuino è sempre pronto ad accogliere nuovi spunti.
Ma adesso, come è giusto che sia, veniamo al Sussurro di questa settimana. Chi mi segue anche su Facebook avrà intuito, dalla domanda che ho postato domenica scorsa, di cosa parleremo.
copertina quanto incide2
Esatto! La copertina. L'abito dei nostri amati libri. Quanto conta per voi? Quest'abito fa il monaco oppure non la considerate neanche?
Di copertine ce ne sono tante: lucide, opache, cartonate, morbide e, ovviamente, belle o brutte.
Ma davvero noi lettori lasciamo che i nostri acquisti siano influenzati da una semplice copertina?
Stando alle risposte che avete dato sulla pagina Facebook, pare proprio di no!
Immagine
O meglio, la copertina la guardiamo...e non potrebbe essere altrimenti, visto che è la prima cosa che appare in un libro, però poi andiamo a leggerne il risvolto. Perché, diciamocelo, tanto volte ci sono copertine bellissime che racchiudono libri bruttissimi e viceversa!
Io ho un'amica, che in questo momento se ne sta in panciolle in un minuscolo paesino in riva ad un lago, sicuramente circondata dai suoi amati libri, che mi racconta spesso di una sua zia che acquista solo libri con copertine che abbiano una tonalità che va dal beige al marroncino. Perché? Perché stanno bene con il suo arredamento!!!
Ed è assolutamente inutile dirle che un libro è bellissimo: se la copertina non rientra nello standard, non c'è verso di farglielo acquistare!
Certo, ultimamente, con l'exploit dei libri da 9 o da 5 euro, di copertine brutte, in giro, se ne vedono parecchie. Ho notato, in particolare, che si tratta quasi sempre di libri da cosiddetta chik-lit o di mistery a sfondo storico-esoterico; sono quelli che, solitamente, hanno le copertine peggiori!
Io, personalmente, sono una che le copertine le guarda. Certo non per abbinarle al mio arredamento, ma semplicemente perché, se mi trovo di fronte un libro che non conosco, è la prima cosa che mi salta agli occhi (ovviamente assieme al titolo).
Un paio di libri che potrei portare ad esempio sono "Olivia" di Paola Calvetti, che ho conosciuto proprio grazie alla sua bellissima copertina!
olivia
Gironzolavo su Facebook e ho visto questa bella immagine. Me ne sono innamorata, ho letto la sinossi e ho sono prontamente corsa ad acquistare il libro. E, in questo caso, posso proprio dire che la copertina è l'esatto specchio del libro: bella la prima, bello il secondo.
Di recente, invece, mentre, da brava, facevo la spesa, ho notato un libro che non conoscevo, ma la cui copertina mi ha subito attratta:
il-gioco-segreto-del-tempo
Ammettetelo! E' bella, vero? Non conoscevo l'autrice né tantomeno il libro, ma, dopo averlo visto, ho subito letto il risvolto e l'ho infilato nel carrello. Certo, se dietro questa bella immagine ci fosse stato, che ne so, un simil-cinquanta-sfumature, lo avrei abbandonato lì dov'era!
Un'altra cosa che faccio spesso, però dopo aver acquistato un libro, è quella di rimuovere la sovracopertina per vedere com'è la copertina originale. Ce ne sono di bellissime che, purtroppo, vengono celate dietro carta lucida e poco attraente. Lo fate anche voi?!
Aquila Reale, nel suo bellissimo blog Penna d'oro dà la possibilità a noi lettori di votare, ogni mese, la copertina più bella tra i libri da lei letti nell'arco degli ultimi 30 giorni. E penso che anche questo dimostri quanto, in fin dei conti, un buon abito invogli un buon lettore ad avvicinarsi ad un buon libro.
Voi che ne dite? Quanta importanza date alla veste del libro? E qual è, secondo voi, la copertina più bella che abbiate mai visto?

1

Nessun commento:

Posta un commento