Enter your keyword

mercoledì 17 luglio 2013

Una pagina da ... #11

Una pagina da… è la rubrica del mercoledì in cui vi riporto la pagina che sto leggendo.
Il libro che sto leggendo questa settimana è
Il giullare della regina
di
Philippa Gregory
...avanti a reclamare il trono la figlia illegittima di Anna Bolena e del suonatore di flauto Mark Smeaton: Elisabetta. Appena salirà sul trono getterà la maschera e mostrerà chi è veramente.>> Riconobbi a malapena il sibilo della sua voce, l'odio nel suo volto.
<<Come? Cosa ha fatto per turbarvi tanto?>> <<Mi ha tradita>> rispose <<Mentre lottavo per la nostra eredità, la sua come la mia, lei scriveva all'uomo che stava marciando contro di me. Ora lo so. Mi fidavo di lei, lottavo tanto per lei quanto per me, mentre lei stringeva un accordo per quando fossi morta. L'avrebbe firmato sul ceppo della mia esecuzione. Quando è entrata a Londra al mio fianco, l'hanno applaudita come la principessa protestante e lei ha sorriso a quegli applausi. Quando le ho mandato insegnanti e studiosi per spiegarle gli errori della sua fede, lei ha sorriso, quel sorriso furbo di sua madre, e ha detto loro che aveva capito, che ora avrebbe ricevuto la benedizione della messa. E poi viene a messa come una donna costretta contro la sua coscienza. Hannah! Quando avevo la sua età, i più importanti uomini d'Inghilterra mi hanno maledetta e minacciata di morte, se non mi fossi adeguata alla nuova religione. Hanno allontanato mia madre da me e lei è morta sola, ammalata e straziata, ma non si è mai inchinata davanti a loro. Hanno minacciato di portarmi sul patibolo per tradimento! Hanno minacciato di bruciarmi per eresia! Bruciavano uomini e donne per meno di ciò che dicevo. Dovetti attaccarmi alla mia fede con tutto il mio coraggio e non vi rinunciai finché lo stesso imperatore di Spagna non mi disse che avrei dovuto rinnegarla, che dovevo rinnegarla, perché seguirla mi avrebbe condannata a morte. Sapeva che mi avrebbero uccisa, se non avessi rinunciato alla mia fede. Ma tutto ciò che ho fatto a Elisabetta è stato implorarla di salvare la sua anima e di tornare a essere la mia sorellina!>> <<Vostra grazia,>> sussurrai <<è giovane, imparerà.>> <<Non è poi tanto giovane.>> <<Imparerà...>> <<Avrà anche intenzione di imparare, ma sceglie precettori sbagliati. Cospira con il regno di Francia contro di me, ha una banda di uomini che non si fermerebbero davanti a niente per vederla ereditare. Ogni giorno qualcuno mi parla di un altro infame complotto e le ramificazioni portano sempre a lei. Ogni volta che la guardo, vedo una donna immersa nel peccato, proprio come sua madre, l'avvelenatrice. Mi sembra quasi di vedere come il peccato del suo cuore annerisca la sua carne. La vedo volgere la schiena alla santa Chiesa, la vedo volgere la schiena al mio amore, la vedo correre verso il tradimento e il peccato.>> << Avevate detto che lei era la vostra sorellina>> le ricordai. <<Avevate detto che l'amavate come se fosse figlia vostra.>> <<L'ho...
PAGINA 121
il giullare della regina

Nessun commento:

Posta un commento