image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

E-book sì o no?

Ieri sul sito de “L’eco di Bergamo” è stato pubblicato un articolo relativo all’incremento della vendita degli e-book in Italia negli ultimi due anni.
Questi i dati:
- la spesa degli italiani per l’acquisto di e-reader negli ultimi due anni è aumentata del 650% e nel solo 2012 è stata di 120 milioni di euro (ho contribuito anch’io con l’acquisto di ben 3 e-reader!!)
- secondo stime aggiornate a dicembre 2012, il mercato degli e-book incide per circa il 2% sul totale del mercato dei libri, a fronte di uno 0,1 % del 2010
- nell’ultimo anno sono stati venduti tre milioni e mezzo di e-book solo in Italia, per un fatturato stimato tra 16 e 18 milioni di euro (il triplo rispetto agli anni precedenti)
- il 27% dei lettori ha dichiarato di leggere ancora di più da quando integra il digitale alla lettura cartacea.
Bene, libridinosi, parliamone! Io ho un Kobo Touch. L’ho acquistato nel novembre 2012 e, per Natale, ne ho regalato uno a mio figlio e un Kobo Mini a mio marito. A febbraio ho approfittato del compleanno di mia sorella per regalarle il Kobo Glo.
Sono state restia per molto tempo all’acquisto di un dispositivo per la lettura digitale. Ma essendo una lettrice onnivora e un’accumulatrice di libri, mi sono resa dovuta arrendere all’evidenza: la mia casa, per quanto grande, non sarà mai in grado di contenere tutti i libri che acquisto; inoltre, spesso mi lascio trascinare dalla copertina o dalla sinossi del risvolto e poi mi trovo tra le mani un libro che non mi piace e che, immancabilmente, finisce nel carrello del book-crossing della biblioteca. Pertanto, soldi spesi inutilmente!!
Così, dopo tanto titubare, ho ceduto e ho acquistato il mio Kobo. Pentita? Assolutamente no! Continuo e continuerò sempre a comprare in cartaceo i libri dei miei autori preferiti, le librerie di casa mia saranno sempre ben fornite, ma non rischio più di spendere soldi inutilmente e, inoltre, il peso della mia borsa è notevolmente diminuito.
Parliamoci chiaro: tutte noi lettrici (e lettori!) abbiamo fonti da cui recuperare e-book gratuitamente; quindi, se sono incerta relativamente all’acquisto di un libro, magari lo scarico, lo leggo e, se mi piace, ne acquisto la copia cartacea. Inoltre, mi capita spesso di leggere lo stesso libro sia in carta (quando sono a casa, comodamente sdraiata sul divano o in giardino) che in e-book (in treno, alla posta, in fila dal medico).
Ed è vero: da quando ho il Kobo leggo molto di più e spazio tra più generi.
Nota negativa? Il costo degli e-book, almeno in Italia, è ancora molto alto. Personalmente, credo che un e-book non dovrebbe mai costare più di 5 euro (non ci sono costi di stampa, di rilegatura o di trasporto). Purtroppo, mi capita spesso di trovare molti formati digitali con prezzi superiori anche ai 10 euro.
Ora passo la palla a voi: avete un e-reader? Quale? Come vi trovate? Che uso ne fate? Aspetto le vostre risposte!!!

Share this:

CONVERSATION

0 pensieri dei lettori:

Posta un commento