Enter your keyword

giovedì 18 luglio 2013

Aggiungi un posto in libreria #21


I miei ultimi acquisti

 

Copertina di Sogni di sangue

Titolo: Sogni di sangue
Autore: Lorenza Ghinelli
Editore: Newton Compton
Pagine: 123
Trama:

Enoch ha tredici anni ed è costretto a portare dei tutori di metallo che lo rendono facile bersaglio delle prepotenze dei suoi coetanei. Eppure, quando si addormenta, diventa più letale di una legione di demoni. Cosa accade mentre dorme? C'è forse un legame tra i sogni di Enoch, la sparizione del suo peggiore aguzzino e il ritrovamento di uno strano ciondolo risalente all'antico Egitto? Chissà se Dorotea, la madre di Enoch, donna algida e imperturbabile, con una passione viscerale e morbosa per le scienze occulte, conosce il suo segreto. Persino la loro casa nasconde un mistero, mentre tanti altri brulicano e strisciano lungo le fogne della città...

Copertina di Storia di una capinera. Ediz. integrale

Titolo: Storia di una capinera
Autore: Giovanni Verga
Editore: Newton Compton
Pagine: 126
Trama:

Scritto nel 1869 e pubblicato in volume nel 1871, questo primo romanzo di Verga ha goduto di una grande fortuna. Scritto in forma epistolare, è tratto da un'esperienza autobiografica. Le lettere che la giovane Maria, costretta dal padre alla vita del convento senza vocazione, scrive all'amica Marianna durante un breve soggiorno con la famiglia in campagna, testimoniano del suo turbamento di giovane novizia che al di fuori della vita monacale riscopre nuovi orizzonti, e soprattutto l'esistenza dell'amore che, osteggiato da tutti, crescerà in lei assumendo una tensione parossistica.

Copertina di La signora delle camelie. Ediz. integrale

Titolo: La signora delle camelie
Autore: Alexandre Dumas
Editore: Newton Compton
Pagine: 127
Trama: Margherita: mantenuta del duca, amore impossibile di Armand, fragile donna malata e vittima dei suoi vizi, eppure misteriosamente forte. Un personaggio indimenticabile, che donò al suo giovanissimo autore (nel 1848, quando uscì la prima edizione, il figlio del grande Alexandre Dumas non aveva che ventiquattro anni) un successo clamoroso e ininterrotto, capace di superare i confini del tempo e dell'arte. L'autore stesso ne realizzò una versione teatrale; pochi anni dopo, Giuseppe Verdi saprà farne una trasposizione sublime, in musica, con "La Traviata". Margherita Gautier, alias Violetta, è diventata così una figura a sé stante: un mito appunto, con il quale si sono confrontate dive come Eleonora Duse, Greta Garbo, Maria Callas.

Copertina di La lettera scarlatta. Ediz. integrale

Titolo: La lettera scarlatta
Autore: Nathaniel Hawthorne
Editore: Newton Compton
Pagine: 127
Trama: La giovane Ester Prynne, condannata per adulterio nella puritana Boston, sarà costretta a portare per sempre sul seno una fiammeggiante, scarlatta, lettera A. La A di adulterio, naturalmente. Ma anche di Arte, di America: "La lettera scarlatta", libro che rese celebre il nome di Nathaniel Hawthorne, è un mirabile esempio di fusione tra la perfezione della trama, la caratterizzazione dei protagonisti e la ricchezza dello stile. Hawthorne fa di Ester un personaggio esemplare: condanna la terribile rigidità puritana, riconosce la violenza di cui la società si rende colpevole, ma non assolve la protagonista, anche se le dona tutta la sua compassione, la sua pietà. Celebre la riduzione cinematografica del 1995, interpretata da Demi Moore, Gary Oldman e Robert Duvall.

Copertina di Il pasticciere del reTitolo: Il pasticciere del re
Autore: Anthony Capella
Editore: Neri Pozza
Pagine: 432
Trama: È il 1670 e il dolore regna alla corte inglese di Carlo II Stuart. Madame Enrichetta, l'amata sorella del re andata in sposa a Filippo di Francia, fratello di Luigi XIV, è morta in circostanze misteriose a Versailles, e il re, il principe inglese amante dei piaceri, convinto che la sorella sia stata uccisa dal marito, si è trasformato in un monarca infelice. Ha cacciato via il sarto, mandato via l'amante e sprofondato la corte intera in un lutto stretto. Per riguadagnare i favori del re triste, decisivi nel conflitto con l'Olanda, Luigi XIV ha deciso di spedire a Londra un giovane italiano, Carlo Demirco, e una 'belle bretonne', Louise de Kérouaille. Carlo Demirco possiede un dono raro in quell'epoca: è il pasticciere di Versailles, il creatore dei mirabolanti sorbetti di fiori canditi, di pesche aromatizzate alla galanga, di pere insaporite con crema inglese, che stupiscono i cortigiani e le loro dame durante i grandiosi ricevimenti. Louise Renée de Penancoèt, dame de Kérouaille, figlia maggiore della famiglia più antica di Bretagna, spedita a corte dai genitori per trovare marito e risollevare le sorti del casato decaduto, ha anche lei un merito non da poco agli occhi di Luigi XIV: è stata la damigella preferita di Madame Enrichetta, la sua più intima confidente. Demirco e la 'belle bretonne' hanno un compito preciso: ridestare ai piaceri della vita Carlo II Stuart e ricondurlo così sulla retta via del suo antico legame con Parigi.

Copertina di Il trono d'Egitto. La regina del NiloTitolo: La regina del Nilo. Il trono d'Egitto
Autore: Javier Negrete
Editore: Newton Compton
Pagine: 287
Trama: La giovane Cleopatra è l'erede della dinastia dei Tolomei, discendenti di Alessandro Magno. Sa di poter ambire al regno d'Egitto, ma è molto diversa dagli altri pretendenti al trono, in particolare dallo spietato fratello minore Tolomeo: è ambiziosa, intelligente e ha una mentalità aperta e progredita. Ecco perché, quando sua nonna Neferptah sta per morire, riesce a strapparle senza troppe difficoltà un giuramento solenne: per nessuna ragione al mondo Cleopatra mescolerà il suo sangue a quello dei fratelli, come hanno sempre fatto i faraoni nei tempi passati, e si concederà solo al più potente degli uomini. Ma Tolomeo, arrogante e sanguinario, non vede l'ora di prendere il potere: non vuole rinunciare al trono e tanto meno alla sorella, anche se dovrà usare la forza per ottenere ciò che vuole. Intanto, dall'altra parte del mare, si profila ben altro scontro: quello tra Pompeo e Cesare per la supremazia su Roma e sul Mediterraneo. Un conflitto destinato a risolversi in maniera sanguinaria.

Copertina di L'amante dell'imperatore. La regina del NiloTitolo: La regina del Nilo. L'amante dell'imperatore
Autore: Javier Negrete
Editore: Newton Compton
Pagine:285
Trama: Lontano dal regno, si decidono le sorti dell'altro grande impero del Mediterraneo: quello di Roma. Pompeo e Giulio Cesare si sfidano a Farsalo, in Grecia, per il potere supremo nell'Urbe. In questo scontro epocale, Cesare avrà la meglio sul suo nemico, ma continuerà a dargli la caccia per tutto il mondo allora conosciuto, fino ad approdare ad Alessandria. Qui, infatti, si è rifugiato Pompeo, confidando nell'alleanza con Tolomeo, in realtà intenzionato a ucciderlo a tradimento per ingraziarsi Cesare. Quando questi, però, viene a conoscenza dell'accaduto, pur disgustato, non lascia la città e decide di arbitrare la lotta intestina tra i due fratelli destinati a governare sull'Egitto. Cleopatra viene invitata a presentarsi a corte e chiede protezione al grande condottiero romano. È l'inizio di una delle più famose storie d'amore di tutti i tempi: quella tra Cesare e la bellissima regina d'Egitto.

Copertina di Il rogo delle piramidi. La regina del NiloTitolo: La regina del Nilo. Il rogo delle piramidi
Autore: Javier Negrete
Editore: Newton Compton
Pagine: 288
Trama: Tolomeo non riesce a rassegnarsi all'idea di dover rinunciare al trono d'Egitto e, quando capisce che Cesare è stato conquistato dalla sorella Cleopatra, decide di tramare contro di lui: porta di nascosto le sue truppe in città, pronto a sferrare un attacco. Ma non appena il generale romano si accorge della terribile trappola mortale intessuta da Tolomeo, lo batte sul tempo e incendia l'intera città di Alessandria. Cleopatra scappa da palazzo e viene tratta in salvo dallo stesso Cesare. Quella notte, il loro amore divampa come le fiamme che avvolgono Alessandria, e la regina egizia gli si concede per la prima volta. La mattina seguente alla notte di passione, le acque del Nilo si sollevano: la "maledizione" è infranta e il periodo di siccità è finalmente terminato.

Nessun commento:

Posta un commento